Creata nuova molecola sintetica efficace e selettiva contro malaria

Schema della molecola sintetica creata dai ricercatori del CIBFar.

Una nuova molecola è stata sviluppata dal Centro per la Ricerca e l’Innovazione nella Biodiversità e nella Scoperta di Farmaci (CIBFar) in Brasile per combattere la malaria. L’annuncio è arrivato tramite uno studio pubblicato sul Journal of Medicinal Chemistry.

Durante i primi test, la molecola si è già dimostrata in grado di uccidere anche i ceppi più difficili, sostanzialmente quelli che riescono attualmente a resistere ai farmaci antimalarici convenzionali.
Questa nuova molecola, la cui struttura deriva da molecole naturali isolate da alcuni batteri, ha inoltre dimostrato un basso livello di tossicità e un’altra selettività dato che agisce solo sul parassita e non sulle altre cellule dell’organismo.

I test sono stati effettuati nei topi, oltre che in ceppi coltivati in vitro, utilizzando il parassita Plasmodium berghei dato che i topi sono immuni all’altro parassita più aggressivo della malaria, ossia il Plasmodium falciparum.
Secondo Rafael Guido, professore presso l’Istituto di Fisica São Carlos dell’Università di São Paulo (IFSC-USP), uno degli autori della ricerca, “Nei topi, il numero di parassiti nel flusso sanguigno (parassitemia) era diminuito del 62% entro il quinto giorno del test e dopo 30 giorni tutti i topi trattati con dosi della molecola erano ancora vivi”.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi