Decodificato l’intero genoma del pisello

Un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Australia Occidentale ha decodificato l’intero genoma del pisello.
Lo studio, pubblicato su Nature Genetics, potrà essere di utilità non solo per capire come si è evoluto questo legume ma anche per migliorare il livello di raccolta.

E, dato che si parla di uno degli alimenti più consumati al mondo, ottenere un miglioramento nei raccolti potrà essere un’arma di contrasto alla fame del mondo.
Il risultato è stato ottenuto dai professori David Edwards e Jacqueline Batley della School of Biological Sciences della UWA e da vari altri colleghi.

L’intero genoma del pisello si estende per circa 4,45 miliardi di lettere, come riferisce Edwards e la stessa decodifica completa è stata possibile solo grazie alle innovazioni tecnologiche che si sono avute negli ultimi anni nel campo del sequenziamento di genomi. Un risultato che sarebbe stato impossibile solo 10-15 anni fa.

Secondo quanto riferito nell’abstract dello studio, rispetto ad altri genomi già sequenziati di altri legumi, questo del pisello mostra “un’intensa dinamica genetica” che è probabilmente dovuta all’espansione delle dimensioni del genoma stesso quando le Fabeae hanno cominciato a divergere a livello evoluzionistico dalle tribù sorelle.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook