Delfini smettono di nutrirsi e muoiono al largo della Toscana, si teme virus

Secondo uno comunicato dell’agenzia di protezione ambientale italiana, sarebbero 32 i delfini trovati morti, insieme a due balene ed altri cetacei tra cui un capodoglio, al largo della costa della Toscana dall’inizio del 2019.

Secondo le prime autopsie, gli animali avrebbero smesso intenzionalmente di nutrirsi probabilmente perché colpiti da un virus.
Solo alla fine di luglio, nel giro di quattro giorni, sono già stati sei i delfini trovati morti, come riferito da Marco Talluri, il portavoce dell’agenzia, alla AFP.

Gli esperti hanno analizzato il contenuto degli stomaci degli animali ed hanno verificato pochissime quantità di cibo ingerito, come se gli animali avessero smesso di mangiare per giorni.

Ulteriori test saranno effettuati entro la fine di questo mese.
Per quanto riguarda le cause, per ora, si possono fare solo ipotesi: temperature troppo alte o piogge troppo forti che hanno abbassato il livello di salinità del mare Potrebbero essere tra i fattori responsabili. Questi fattori avrebbero favorito la diffusione di un’epidemia, forse di un ceppo virale del morbillo.

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook