Depressione si inverte in topi maschi attivando un gene che aiuta a eccitare i neuroni

Un’interessante scoperta è stata effettuata da un gruppo di ricercatori il cui studio è stato pubblicato su Molecular Psychiatry. Secondo lo studio è possibile invertire i sintomi della depressione nei topi maschi attivando direttamente un gene che eccita i neuroni.

Esaminando la corteccia prefrontale, quell’area del cervello che è dedita vari compiti come quelli legati alla personalità e al comportamento sociale, i ricercatori hanno infatti scoperto che disattivando gene SIRT1 nei neuroni eccitatori venivano a crearsi classici sintomi della depressione nei topi maschi.

I ricercatori lasciano intendere che quei farmaci che attivano SIRT1 potrebbero essere un giorno utilizzati anche per trattare la depressione maggiore.
A tal proposito Xin-Yun Lu, neuroscienziata molecolare e autrice dello studio, ha in programma di esaminare vari farmaci esistenti, compresi alcuni che non sono mai stati utilizzati per sintomi della depressione, per vedere se hanno un impatto significativo così come lo ha SIRT1 sulla depressione.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook