Diamanti artificiali cinesi stanno scombussolando il mercato

L’arrivo sul mercato di diamanti costruiti in laboratorio da parte dei cinesi ha sconvolto il mercato. La diffusione di diamanti sintetici, partita originariamente in Cina ma che sta avvenendo anche al di fuori del paese Asiatico, pone vere e proprie minacce al mercato globale di queste pietre preziose tanto che il consorzio De Beers, un gruppo di imprese che trattano proprio i diamanti, sta investendo decine di milioni di dollari per comprendere qual è il metodo migliore e più veloce per identificare in maniera sicura un diamante falso, ossia costruito in laboratorio.

È proprio per questo che il colosso minerario ha assunto vari team di scienziati che si stanno dedicando alla ricerca sulle principali differenze tra i diamanti sintetici e quelli naturali, un investimento sicuramente non di poco conto.
Jonathan Kendall, presidente dell’International Institute of Diamond Grading and Research di De Beers, ha dichiarato al South China Morning Post che il suo gruppo, in una fase come questa durante la quale diamanti sintetici stanno cominciando a spuntare un po’ ovunque, vuole essere sicuro dei diamanti che acquistano e che poi rivendono alle gioiellerie.

Questo perché non è assolutamente facile capire, di primo acchito o anche solo tenendolo fra le mani, se un diamante è vero oppure è sintetico e ciò dimostra quanto gli ingegneri dei materiali cinesi abbiano lavorato per raggiungere il migliore dei risultati.
A livello estetico sono praticamente identici ai diamanti veri in quanto vengono sviluppati da un piccolo “seme”di diamante sul quale poi si forma una struttura cristallina artificiale tramite gas contenente carbonio in una camera a microonde.

Uno dei risultati di una situazione del genere è l’abbassamento dei prezzi generale dei diamanti dato che già diversi rivenditori hanno espresso il proprio desiderio di spostarsi Verso il comparto dei diamanti sintetici e delle gemme artificiali.
Georgette Boele, coordinatrice della strategia sui metalli preziosi presso la banca olandese ABN Amro, dichiara: “L’arrivo di diamanti creati in laboratorio ha messo in discussione l’opinione diffusa che i prezzi dei diamanti possono solo aumentare perché l’offerta di diamanti naturali ha raggiunto il picco e a causa della forte domanda asiatica”.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi