Dieta del gruppo sanguigno: nessuna differenza rilevata da ricercatori

Il gruppo sanguigno non può essere associato agli effetti di una dieta basata sui vegetali in relazione al peso corporeo, al grasso corporeo, alle concentrazioni di lipidi plasmatici e al controllo glicemico secondo uno studio pubblicato su JAMA Network Open.

Esperimenti su partecipanti in sovrappeso

I ricercatori hanno svolto esperimenti su partecipanti in sovrappeso senza una storia di diabete per 16 settimane dividendoli in due gruppi: un gruppo di controllo che doveva continuare a seguire la propria normale di etra, l’altro era uno gruppo che doveva seguire una dieta a base di vegetali con bassi contenuto di grassi. I partecipanti del secondo gruppo, come previsto, vedevano un metabolismo accelerato e un aumento del consumo calorico dopo i pasti in media del 18,7% rispetto ai membri del gruppo di controllo.

Appartenere o meno a un determinato gruppo sanguigno non faceva differenza

Per capire poi la connessione tra il gruppo sanguigno la dieta, i ricercatori ulteriori analisi. La dieta del gruppo sanguigno consiglia il consumo di alimenti perlopiù vegetali per coloro che appartengono al gruppo sanguigno A e una dieta ricca di carne per le persone che appartengono gruppo sanguigno O.
I ricercatori scoprivano che appartenere o meno a un determinato gruppo sanguigno non faceva alcuna differenza, come spiega Neal Barnard: “Mentre la dieta del gruppo sanguigno dice che una dieta a base vegetale dovrebbe essere migliore per il gruppo sanguigno A e di meno per il gruppo sanguigno O, si è rivelata benefica per le persone di tutti i gruppi sanguigni, e non c’erano prove che le diete a base di carne siano buone per chiunque”.

Dieta con vegetali fa bene a tutti

Secondo quanto spiega il ricercatore, ogni gruppo sanguigno trae benefici simili da una dieta basata sul consumo di vegetali come frutta, verdura, legumi e cereali in relazione a fattori quali la perdita di peso e la salute cardiometabolicha nelle persone in sovrappeso.
Oltre alla variazione del peso corporeo, nel corso degli esperimenti i ricercatori valutavano anche i livelli di colesterolo, il volume di grasso viscerale, i livelli di glucosio plasmatico a digiuno e l’HbA1c
, non notando differenze significative tra soggetti di gruppi sanguigni A e non-A, e tra soggetti di gruppi sanguigni O e non-O.
Lo studio è stato pubblicato sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Data articolo