Dieta ricca di grassi protegge nascituri dall’Alzheimer nei topi

Un gruppo di ricercatori, che ha pubblicato il proprio studio su Molecular Psychiatry, dichiara di aver scoperto che una dieta particolarmente ricca di grassi, una cosa che normalmente non è proprio salutare, può essere positiva per quanto riguarda la prevenzione della malattia di Alzheimer nei figli durante la gravidanza.

Madre con l’Alzheimer, rischio per i figli

Come spiega Domenico Praticò, professore nei dipartimenti di Farmacologia e Microbiologia nonché direttore dell’Alzheimer’s Center della Temple University, uno degli autori dello studio, è già noto che le persone che hanno una madre che ha sviluppato il morbo di Alzheimer dopo i 65 anni, hanno a loro volta un rischio maggiore di incorrere nella stessa malattia.

Alzheimer: fattori genetici

Ciò significa che debbono esserci fattori genetici trasmessi dalla madre alla prole. Tuttavia questi geni non sono mai stati identificati.
Quest’ultima cosa ha a sua volta suggerito che ci sono anche dei fattori ambientali, tra cui stile di vita e dieta, che possono essere adottati dalla madre durante la gravidanza per influenzare questo rischio.

Gli esperimenti

Praticò e colleghi hanno effettuato esperimenti sui topi. Gli esemplari femmine sono stati nutriti con una dieta molto ricca di grassi dall’inizio alla fine della gestazione, dieta che poi è stata fatta ritornare alla normalità solo dopo il parto.
Allo stesso modo i figli hanno mantenuto, nel corso della loro vita, una dieta regolare standard. Non mancava il gruppo di controllo le cui madri erano state invece nutrite regolarmente durante la gravidanza.

Risultati

È lo stesso Praticò a spiegare i risultati nel comunicato stampa: “Sorprendentemente, abbiamo scoperto che gli animali delle madri nutriti con una dieta ricca di grassi durante la gestazione avevano migliori capacità di apprendimento e memoria rispetto alle loro controparti nate da madri alimentate con una dieta regolare durante la gestazione”.

Miglioramento della funzione sinaptica

I ricercatori notavano in particolare un miglioramento definito come “significativo” delle funzioni sinaptiche nei figli le cui madri erano state alimentate con dieta ricca di grassi.
Questo studio mostra che la dieta durante la gravidanza può avere effetti più importanti di quanto pensato in precedenza sulla salute del cervello del nascituro.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook