Dipinto rupestre di 44.000 anni fa in Indonesia è il più antico mai rinvenuto

Uno dei disegni ritrovati in Indonesia dai ricercatori (credito: Endra)

Nuovi dipinti rupestri risalenti ad almeno 44.000 anni fa sono stati trovati in Indonesia da un team di archeologi della Griffith University. La particolarità principale dei disegni ritrovati, oltre alla datazione, sta nel fatto che alcune delle figure risultano in parte umane ed in parti animali, sono cioè dei teriantropi.
Si tratta, come definisce l’abstract dello stesso studio, della più antica documentazione pittorica e del primo esempio di arte figurativa tra quelli rinvenuti cronologicamente parlando.

La relativa ricerca apparsa su Nature descrive in dettaglio il ritrovamento del più antico esempio di arte rupestre della nostra specie mai rinvenuto che è stato effettuato in una grotta sull’isola di Sulawesi.
Il sito, già scoperto nel 2017, è denominato Leang Bulu’ Sipong 4 e si trova in una regione carsica e calcarea nel sud di Sulawesi.

Grazie alla misurazione del decadimento radioattivo dell’uranio e di altri elementi conservate all’interno dei minerali, i ricercatori sono giunti alla conclusione che alcuni dei disegni risalgono ad un periodo compreso tra 35.100 e 43.900 anni fa. Le misurazioni sono state effettuate da ricercatori dell’Università del Queensland.

Nel sito di Leang Bulu ‘Sipong 4 sono presenti figure di cacciatori con corpi simili a umani ma raffigurati con la testa oppure con altre zone del corpo tipiche di animali quali uccelli, rettili ed altre specie endemiche dell’isola di Sulawesi, come spiega Adhi Agus Oktaviana, uno dei ricercatori indonesiani coinvolti nello studio.
Le stesse figure semi umane sono rappresentate nell’atto di uccidere o comunque di catturare e inseguire sei mammiferi in fuga, due maiali verrucosi di Sulawesi e quattro bufali nani, animali noti anche come anoa.

Alcune delle figure umane sembrano utilizzare, per raggiungere lo scopo, lunghe corde. Il fatto che questa pittura appartenga ad un periodo così precoce e che essa sia così dettagliata e sia giunta fino ad oggi in ottime condizioni, fanno di questo ritrovamento uno dei più importanti esempi di arte rupestre mai rinvenuto.
Lo stesso ritrovamento conferma che l’Indonesia può essere ora considerata uno dei luoghi più importanti da studiare ed analizzare per comprendere gli inizi dell’arte rupestre e in generale l’evoluzione dello stesso pensiero umano.

“Le immagini dei teriantropi del Sipong 4 di Leang Bulu possono anche rappresentare la prima prova della nostra capacità di concepire cose che non esistono nel mondo naturale, un concetto di base della religione moderna”, dichiara Adam Brumm, professore dell’Australian Research Centre for Human Evolution (ARCHE).
L’immagine rupestre che rappresenta teriantropi più antica mai rinvenuta prima di questa era un dipinto ritrovato in Germania che ritrae un uomo con una testa felina, disegno datato ad un periodo compreso tra 39.040 mila anni fa.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook