Disco protoplanetario scoperto intorno a piccola stella distante 47 anni luce

Un'immagine a lunghezza d'onda submillimetrica e a falsi colori del sistema IRAS 15398-3359, distante 47 anni luce dalla Terra (credito: Yuki Okoda, Graduate School of Science, The University of Tokyo)

Quello che sembra essere proprio un disco protoplanetario intorno ad una giovane stella è stato scoperto da un gruppo di astronomi del Dipartimento di Fisica dell’Università di Tokyo.
Un disco protoplanetario è composto da materiale che ruota intorno ad una stella a grande velocità, attratto dalla sua forza di gravità. Si pensa che i pianeti nascano proprio in questo modo: non tutto il materiale va a confluire nella stella ed una parte di esso va a formare i pianeti.

La stella, denominata per il momento solo con il numero di catalogo IRAS 15398-3359 e distante da noi 47 anni luce, è piccola e giovane tanto che la sua luce non riesce a raggiungerci perché non ce la fa a superare la nuvola di gas, polvere e materiali che la circonda.
Per l’individuazione, il professor Yoko Oya, coadiuvato dalla studentessa Yuki Okoda, dunque utilizzato l’Atacama Large Millimeter / submillimeter Array (ALMA) in Cile osservando quella nube di materiali nelle lunghezze d’onda submillimetriche.

È proprio Okoda a confermare come è avvenuta la scoperta: “La più grande sfida accademica che ho affrontato è stata cercare di dare un senso alle immagini granulose: è estremamente difficile sapere esattamente cosa stai guardando veramente. Ma mi sono sentito in dovere di esplorare la natura delle strutture che il dottor Oya aveva visto con ALMA, così mi sono inventato un modello per spiegarle.”
Attraverso i modelli, i due astronomi hanno scoperto che si trattava di un disco denso di materiale, fatto di gas e polveri, precursore di un disco protoplanetario, germe di un vero sistema planetario.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi