Disinfettanti usati durante gravidanza e rischio di eczema e asma nei figli: risultati interessanti da nuovo studio

Credito: ElenzaPhotograhy, Pixabay, ID: 5431819

Usare i disinfettanti nel corso della gravidanza potrebbe essere considerato come un fattore di rischio per l’eczema e l’asma nei figli secondo uno comunicato emesso da BMJ.[1] Il comunicato è relativo ad un nuovo studio pubblicato su Occupational & Environmental Medicine.[2]

Aumento dell’utilizzo dei disinfettanti

L’aumento dell’utilizzo dei disinfettanti in questo periodo storico è abbastanza palese, complice soprattutto la pandemia di COVID-19 in corso. Non solo diventano sempre più diffusi in ambito medico e nelle strutture ospedaliere ma anche tra la popolazione generale. Secondo il comunicato di BMJ, l’utilizzo dei disinfettanti da parte delle donne in gravidanza e l’eventuale rischio di incorrere in malattie allergiche da parte dei nascituri sono fattori analizzati da pochi studi.

I dati

In questo caso i ricercatori hanno usato i dati di 78.915 coppie madri-bambini raccolti tra il 2011 e il 2014. I dati erano contenuti in uno studio giapponese ed erano relativi anche all’esposizione eventuale da parte delle madri ai disinfettanti sul loro posto di lavoro. Tra i dati c’erano inoltre le eventuali diagnosi di patologie allergiche nei bambini esaminati fino all’età di tre anni.

Risultati

I ricercatori notavano un’incidenza “significativamente più alta” da parte dei bambini di asma o eczema se la loro madre usava i disinfettanti da una a sei volte a settimana rispetto ai bambini figli di madri che non usavano per niente disinfettanti.
I ricercatori, infine, non notavano collegamenti tra l’utilizzo dei disinfettanti con le allergie alimentari.[1]

Limitazioni dello studio

Si ricorda che si tratta di uno studio osservazionale: non è possibile stabilire una causa diretta tra l’utilizzo disinfettanti da parte della madre e il rischio di incorrere in malattie allergiche da parte dei bambini. I risultati conseguiti mostrano solo l’esistenza di un collegamento. Inoltre i dati relativi all’utilizzo dei disinfettanti da parte delle madri erano “autoriferiti”: non esistevano, dunque, dati precisi relativi al tipo di disinfettante utilizzato, o ad altre sue caratteristiche specifiche.

Qualche ipotesi

In ogni caso i ricercatori ritengono che l’esposizione ai disinfettanti nel corso della gravidanza può avere un effetto sul rischio di allergie nei figli. I ricercatori fanno comunque qualche ipotesi nel caso i disinfettanti influissero davvero su questo tipo di rischio nei bambini. Parlano, come spiega il comunicato di BMJ, di possibili influenze sul microbioma o sulla risposta immunitaria del feto o di un’eventuale esposizione dopo la nascita dei bambini ai disinfettanti (ad esempio toccando la pelle della madre a loro volta cosparsa di molecole di disinfettanti).[1]

Note e approfondimenti

  1. Disinfectant use during pregnancy linked to childhood asthma and eczema | BMJ
  2. Prenatal occupational disinfectant exposure and childhood allergies: the Japan Environment and Children’s study | Occupational & Environmental Medicine (DOI: 10.1136/oemed-2021-108034)

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Disclaimer

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo