Donne fanno più fatica a respirare durante esercizi intensi rispetto a uomini

Uno dei partecipanti all'esperimentoeseguita da Paolo Dominelli, Università di Waterloo

Le donne fanno più fatica a respirare durante gli esercizi fisici intensi rispetto agli uomini secondo un nuovo studio pubblicato sul FASEB Journal. Oltre a fornire un’informazione comunque interessante, questo studio potrebbe rivelarsi utile anche per comprendere quelle differenze tra maschi e femmine nelle patologie delle vie aeree, in primis asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

La differenza si spiega nel fatto, come chiarisce Paolo Dominelli, professore all’Università di Waterloo, in Canada, nonché autore principale dello studio, che il lavoro che i muscoli dell’apparato respiratorio debbono eseguire per respirare un determinato volume di ossigeno è maggiore nelle donne.
Secondo lo stesso ricercatore a sua volta ciò è da spiegare nelle dimensioni più piccole delle vie aeree delle donne rispetto agli uomini cosa che conseguenzialmente aumenta la stessa resistenza del flusso d’aria.

La scoperta è stata effettuata dal ricercatore insieme ai suoi colleghi quando ha svolto esperimenti su sei uomini e cinque donne facendo svolgere loro specifici esercizi durante i quali aumentavano in maniera graduale lo sforzo. Contemporaneamente i partecipanti all’esperimento respiravano attraverso un particolare boccaglio che poteva essere collegato a due sacchi, uno riempito con normale area ambientale, l’altro con una miscela di ossigeno e elio. Tutti e due i sacchi contenevano, comunque, lo stesso quantitativo di ossigeno e i partecipanti non conoscevano la differenza tra i due sacchi.

Tramite un piccolo tubo inserito nella gola e nel naso, poi, i ricercatori potevano misurare la pressione all’interno dell’esofago e quindi capire la quantità di lavoro necessaria per respirare.
I ricercatori si accorgevano che quando i partecipanti respiravano dal sacco contenente elio, non c’erano differenze nel quantitativo di lavoro fatto per respirare tra uomini e donne. Tuttavia con l’altro sacco, quello che conteneva normale aria come quella ambientale, le donne effettuavano molto più lavoro per respirare lo stesso quantitativo di aria rispetto agli uomini.
Questo perché la miscela contenente elio è molto meno densa rispetto all’aria normale e quindi scorre più facilmente nell’apparato respiratorio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook