Donne si pentono di meno del sesso occasionale se prendono loro l’iniziativa

Le donne si rammaricano e si sentono di meno in colpa per il sesso occasionale se sono state loro a prendere l’iniziativa. Gli incontri per il sesso occasionale, definiti in inglese anche “one night stands”, possono infatti vedere le donne prendere l’iniziativa e in questo caso mostrano due qualità distintive, secondo il professor David Buss che, insieme ad altri ricercatori, ha pubblicato lo studio su Personality and Individual Differences.

Innanzitutto si sentono a proprio agio con la propria sessualità e poi, agendo in questo modo, hanno la massima scelta riguardo alla persona con la quale vogliono fare sesso. Conseguenzialmente questo porta ad avere un rammarico minore il giorno dopo.
Inoltre anche la qualità del sesso conta: le donne mostrano meno rimpianti nel caso l’incontro sessuale sia stato molto soddisfacente a livello biologico, una soddisfazione che negli uomini risulta più diffusa ed è proprio per questo che gli uomini stessi tendono a rammaricarsi di meno per il sesso occasionale.

Questo perché le donne sono contraddistinte da un “investimento” genitoriale obbligatorio minimo più elevato (basti considerare i nove mesi di gestazione per avere un figlio) rispetto agli uomini e ciò le porta ad essere più strettamente legate al livello di qualità del partner sessuale, anche durante incontri dichiaratamente occasionali.
I ricercatori hanno analizzato le risposte di 547 studenti norvegesi e 216 americani.

Volenti o nolenti, dunque, le donne sembrano essere sottoposte ad una pressione psicologica maggiore che può essere comunque minore nel caso di totale presa dell’iniziativa.
“Questi risultati sono un altro promemoria dell’importanza della capacità delle donne di prendere decisioni autonome riguardo ai loro comportamenti sessuali”, dichiara Joy P. Wyckoff dell’Università del Texas ad Austin, altra autrice della ricerca.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi