Dopo le piogge, popolazioni di rane esplodono nel Vermont

Un nuovo caso di animali invasivi, anche se forse solo temporaneo, sta coinvolgendo una regione degli Stati Uniti.
Questa volta l’area colpita è quella del Vermont: in questo stato c’è stata una vera esplosione della popolazione delle rane con queste ultime che si sono viste numerose anche in campi e prati o sulle strade dove vengono spesso schiacciate dalle ruote dei veicoli in transito.

Secondo James Andrews, un ricercatore dell’Università del Vermont, la popolazione della rana leopardo settentrionale sembra essere letteralmente esplosa tanto che gli stessi testimoni e le persone del luogo dichiarano di non aver mai visto così tante rane in vita loro.
Secondo i ricercatori, la spiegazione sta nelle condizioni atmosferiche che si sono verificate quest’anno. Già dall’inizio dell’anno, infatti, si sono registrati periodi di forte umidità e di forti piogge, cosa che ha portato i campi a trattenere l’acqua per mesi.

E questo, a sua volta, ha portato alla proliferazione delle rane che hanno trovato l’ambiente adatto per riprodursi.
In particolare la rana leopardo settentrionale approfitta delle pianure alluvionali erbose per deporre le uova. Questo animale ne depone tantissime perché, almeno in condizioni normali, molti embrioni muoiono ancora prima di nascere. Ciò in parte non è avvenuto quest’anno. Ad accelerare lo sviluppo dei girini c’è stato anche il caldo.

Centinaia di migliaia di rane sono nate, gruppi che ora si stanno in parte spostando di chilometro in chilometro in ogni direzione, raggiungendo anche i centri abitati.
È sulle strade che però si può parlare di “strage” : secondo il ricercatore, sono almeno più di 400.000 i corpi di rane morte schiacciate dai veicoli sulle strade del Vermont. Si tratta di una carneficina che tra l’altro ha effetti anche abbastanza sgradevoli non solo dal punto di vista visivo ma anche di quello olfattivo.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook