Dormire di fianco durante gravidanza dopo 28ª settimana riduce il rischio di morte del feto

Alla fine lo conferma anche uno studio di ampia portata: la postura durante il sonno delle donne incinte può influire sulla salute del feto.
Nello specifico, un gruppo di ricercatori neozelandesi ha scoperto che le donne incinte che dormono su un fianco, da entrambi i lati, durante gli ultimi tre mesi di gravidanza possono più che dimezzare il rischio di natimortalità.

I ricercatori che hanno partecipato allo studio hanno redatto anche un articolo su The Conversation dove spiegano i risultati della loro scoperta.
I ricercatori dichiarano di aver utilizzato cinque studi precedenti di cui uno, redatto dagli stessi studiosi, che già aveva identificato una legame tra la posizione durante il sonno delle madri e il rischio di morte in utero.
Il loro nuovo “mega studio” dava chiare indicazioni riguardo al fatto che dormire sdraiati sulla schiena, in posizione supina, dopo le 28 settimane di gravidanza aumentava il rischio di morte fetale di 2,6 volte. Un rischio che si verificava in maniera indipendente da altri fattori di rischio noti per la mortalità fetale.

Si tratta di un rischio “additivo”, nel senso che può andarsi ad aggiungere, comunque, ad altri fattori di rischio (come ad esempio l’età materna avanzata, l’obesità, il vizio del fumo o problemi di sviluppo del feto) aumentando ancora di più le probabilità di morte prenatale.
Sempre secondo i risultati dello studio, se ogni donna incinta dormisse sdraiata su un fianco dopo la 28ª settimana di gravidanza, sarebbe possibile prevenire circa il 6% delle morti endouterine, qualcosa come 153.000 bambini che potrebbero venire alla luce ogni anno in tutto il mondo.

Secondo gli stessi ricercatori, la relazione tra la posizione durante il sonno della madre e la probabilità di morte del feto risulta “biologicamente plausibile” in quanto una posizione supina nella tarda gravidanza viene associato ad un ridotto flusso di sangue nell’utero.
A tal proposito si fa l’esempio delle donne in travaglio e di quelle che subiscono il taglio cesareo che vengono regolarmente girate sul fianco proprio per migliorare l’afflusso del sangue al bambino.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook