Due nuove specie di tarantole, di cui una cornuta, scoperte sulle Ande peruviane

Bistriopelma peyoi (credito: Juan C. Chaparro, Doi: 10.5852/ejt.2020.644 | European Journal of Taxonomy)

Due nuove specie di tarantole, appartenenti al genere Bistriopelma, sono state identificate da un team di ricercatori di vari istituti argentini, peruviani e canadesi.
Le due nuove specie sono state denominate Bistriopelma peyoi e Bistriopelma kiwicha che si aggiungono alle altre tre specie conosciute fino ad oggi di questo genere originariamente stabilito sono le 2015: Bistriopelma lamasi, B. matuskai e B. titicaca.

La nuova specie peyoi è stata trovata nelle regioni di Pampachiri e Ayamachai, Dipartimento Apurimac, in Perù, ad altitudini che vanno da 3861 e 4027 metri sul livello del mare, un’area coperta da alberi di pino introdotti con piccoli villaggi e piccole attività di agricoltura oltre a piccole attività di pascoli di mucche e pecore.
In particolare il maschio della nuova specie peyoi vanta un caratteristico corno toracico che fa di questo ragno una tarantola cornuta, la prima conosciuta per questo genere.

Le femmine di questa specie assomigliano molto alle femmine di B. matuskai ma si differenziano da queste ultime per la presenza di una macchia di peli russi nell’addome dorsale anteriore, per i peli giallastri sui margini della capace e per una piccola chiazza di pericolosa presente nell’area cefalica della femmina di matuskai che non è presente nelle femmine di peyoi.

La nuova specie kiwicha è stata invece trovata nelle province di San Salvador e Paucartambo, Dipartimento di Cusco, Perù, ad altitudini che vanno da 3570 a 3903 m s.l.m., in un’area coperta da boschi di pini ed eucalipti introdotti e in cui sono presenti piccoli villaggi con lama che pascolano liberamente in tutta l’area.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook