Ecco come piante potrebbero aver colonizzato terraferma: “cavalcando” i funghi

Alghe del genere Nannochloropsis (credito: CSIRO, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons)

Come le piante, sostanzialmente le alghe, abbiano lasciato i mari per arrivare a popolare la terraferma è ancora oggetto di dibattito.
Un nuovo studio, condotto da ricercatori dell’Università Statale del Michigan, si sofferma proprio su questo aspetto.

Lo studio propone una teoria interessante: le alghe marine potrebbero aver “cavalcato” i funghi onde abbandonare proficuamente le acque e colonizzare la terraferma.
Il fenomeno sarebbe avvenuto 500 milioni di anni fa, secondo Zhi-Yan Du, uno degli autori dello studio che rimarca quanto i funghi si trovino sostanzialmente in ogni ambiente del pianeta.
L’unico modo che le piante devono aver avuto, secondo il ricercatore, per compiere questo passaggio è utilizzare i funghi come una sorta di vettore.

Per supportare questa teoria i ricercatori hanno compiuto vari esperimenti selezionando un ceppo di funghi del suolo, Mortierella elongata, e una microalga marina, la Nannochloropsis oceanica.
Hanno fatto crescere entrambe le specie insieme ed hanno notato, analizzandole al microscopio, una forte relazione: le cellule delle alghe si aggregavano e si attaccavano alle cellule dei funghi. Dopo circa un mese, le stesse cellule delle alghe entravano letteralmente nelle cellule dei funghi ed entrambi gli organismi sembravano rimanere non solo vivi ma anche sani.

Si tratta della prima volta in cui viene dimostrato un processo di interiorizzazione tra un organismo eucariotico e uno fotosintetico: in tutti i casi di mutualismo conosciuti tra alghe e funghi le cellule delle alghe restano esterne a quelle dei funghi.
Un processo talmente nuovo che gli stessi scienziati hanno dovuto dargli uno nuovo nome: micelio fotosintetico.

Funghi e alghe sembravano scambiarsi sostanze nutritive, probabilmente tramite un flusso di carbonio dall’alga al fungo e tramite un flusso di azoto nella direzione opposta, quasi nutrendosi a vicenda.
Questa relazione simbiotica potrebbe aver permesso alle piante di colonizzare la terraferma.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook