Ecco EyeDrive, l’assistente per auto olografico che proietta informazioni sul parabrezza

Si tratta di un vero e proprio proiettore olografico per il cruscotto delle automobili: parliamo di EyeDrive, un congegno elettronico che si può definire tranquillamente come assistente digitale per veicoli. Grazie a questo congegno è possibile visualizzare non solo le mappe di navigazione ma anche altre opzioni, ad esempio quelle relative alla radio oppure alle chiamate tramite il cellulare, senza l’ausilio di uno schermo fisico.

Il dispositivo si può controllare sia tramite la voce che tramite il controllo manuale: sostanzialmente si tratta di gesti in quanto non esistono pulsanti fisici.
L’EyeDrive va dunque a risolvere la problematica relativa all’utilizzo degli smartphone quando ci si trova alla guida di un veicolo; ancora oggi, nonostante i notevoli ed innegabili passi avanti fatti nel settore (basti pensare ai vari comandi vocali oramai esistenti sui principali sistemi operativi degli stessi smartphone ma anche delle automobili), una delle cause principali di incidenti è legata ancora questo fattore.

Questo congegno, infatti, offre un modo sicuro per ottenere informazioni dalle app del telefono in quanto le fa visualizzare direttamente sul parabrezza. In sostanza non si dovrà volgere lo sguardo più di tanto per ottenere le informazioni anche a livello visivo, non solo a livello audio.
Inoltre è possibile effettuare dei gesti, anche nei pressi del dispositivo (non bisogna raggiungere per forza con la mano lo schermo olografico) per eseguire azioni come accettare o rifiutare la chiamata, gestire la musica, avviare la videocamera, eccetera.

Il dispositivo, per il momento descritto solo sul sito di crowfounding Indiegogo, viene fornito fatti con una videocamera grazie alla quale si potrà, per esempio, visualizzare la zona retrostante dell’automobile quando si fa una manovra (cosa utile per quelle automobili che non hanno quest’opzione già di serie).

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook

Commenta per primo