Elefanti capaci di aspirare 3,7 litri di acqua in un secondo e mezzo

Per comprendere la capacità di risucchiare cibo da parte delle proboscidi degli elefanti, i ricercatori hanno dato in pasto agli animali cubetti di rutabaga, una radice vegetale (credito: DOI: 10.1098/rsif.2021.0215 | Journal of The Royal Society Interface)

La proboscide degli elefanti è un organo eccezionale che questi stessi animali utilizzano per vari scopi. Un nuovo studio, pubblicato sul Journal of the Royal Society Interface,[2] conferma la straordinarietà delle proboscidi. Stavolta i ricercatori del Georgia Institute of Technology hanno avuto comprendere come gli elefanti utilizzano quest’organo per risucchiare l’aria, l’acqua, gli alimenti e altri oggetti. Non si tratta di una ricerca fine a se stessa in quanto i risultati conseguiti dai ricercatori potrebbero rivelarsi utili per creare robot più efficienti, magari proboscidi robotiche.[1]

Gli elefanti hanno una capacità di aspirazione dei liquidi straordinaria: possono aspirare fino a tre litri di acqua secondo ma anche con il cibo non scherzano in quanto possono mangiare più di 180 kg di alimenti al giorno. Il tutto raccolto con le loro proboscidi che sono in grado di espandersi quando devono far passare una maggior quantità di acqua o di cibo.
I ricercatori hanno svolto alcuni esperimenti con elefanti dello zoo di Atlanta, un esperimento incentrato soprattutto sulla capacità di aspirazione delle loro proboscidi. I ricercatori scoprivano che gli elefanti esaminati erano capaci di aspirare 3,7 l di acqua in 1,5 secondi. Ciò avveniva anche grazie ad una potente dilatazione delle narici, che possono allargarsi fino al 30%, e ad una riduzione delle pareti della stessa proboscide del 64%.[1]

“All’inizio non aveva senso: il passaggio nasale di un elefante è relativamente piccolo e stava inalando più acqua di quanto avrebbe dovuto”, spiega Andrew Schulz, ricercatore che ha guidato lo studio.. “Solo quando abbiamo visto le immagini ecografiche e visto le narici espandersi che ci siamo resi conto di come lo hanno fatto. L’aria fa aprire le pareti e l’animale può immagazzinare molta più acqua di quanto inizialmente stimato”.[1]

Note e approfondimenti

  1. How An Elephant’s Trunk Manipulates Air to Eat and Drink (IA)
  2. Suction feeding by elephants | Journal of The Royal Society Interface (IA) (DOI: 10.1098/rsif.2021.0215)
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo