Enorme moria di pesci in un fiume in Polonia, ancora sconosciuta la causa

Credito: Engin_Akyurt, Pixabay, ID: 2076855

Tonnellate di pesci morti sono stati individuati lungo il fiume Oder in Polonia. I corpi di migliaia di pesci morti sono comparsi lungo centinaia di chilometri fin dalla fine del mese scorso. Forse una sostanza tossica si è introdotta in qualche modo nell’acqua ma i primi test non hanno suggerito la presenza di sostanze estranee.

L’Oder viene di solito considerato come un fiume abbastanza pulito che ospita diverse decine di pesci. Tuttavia i primi test hanno suggerito un livello di ossigeno aumentato nell’acqua, cosa che a sua volta suggerisce, anche se solo indirettamente visto che non sono state trovate ancora prove, la presenza di una qualche sostanza estranea nella stessa acqua. Ad essere stati colpiti non sono stati solo i pesci ma anche altri animali come uccelli, castori e anatre.

Ci sono state anche polemiche riguardanti le prime risposte a seguito della scoperta dell’enorme moria di pesci, polemiche che hanno portato, per esempio, il primo ministro della Polonia, Mateusz Morawiecki, a licenziare due funzionari ambientali che avevano gestito l’incidente durante i primi giorni. Si tratterebbe di un mistero su scala “molto ampia”, come riferiscono le agenzie locali. Per riprendersi dal danno, qualunque sia la causa, ci vorranno anni.

Secondo lo stesso Morawiecki enormi quantità di rifiuti chimici sono state scaricate nell’acqua del fiume senza alcun riguardo per i rischi inerenti la fauna selvatica. Tra le principali cause potrebbero esserci i lavori di dragaggio effettuati ultimamente sul fiume, lavori che potrebbero aver causato il rilascio di mercurio. Tuttavia secondo Christian Wolter, ricercatore dell’istituto Leibniz, i livelli dell’acqua del fiume erano già molto bassi, a causa del riscaldamento globale, e probabilmente i pesci già stavano lottando per sopravvivere. Forse l’introduzione di una qualche sostanza nel corso d’acqua non ha fatto altro che esacerbare la situazione determinando la morte degli animali. Solo una indagine approfondita, che verrà presto effettuata, potrà chiarire il mistero.

Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo