Enorme quantità di acqua trovata nell’atmosfera dell’esopianeta WASP-39b

Credito immagine: Artist's Concept: NASA, ESA, G. Bacon and A. Feild (STScI), and H. Wakeford (STScI/Univ. of Exeter)

Utilizzando i telescopi spaziali Hubble e Spitzer della NASA, un gruppo di astronomi è riuscito a quantificare l’acqua presente sull’esopianeta WASP-39b, lontano circa 700 anni luce e collocato nella costellazione della Vergine. Si tratta di un esopianeta gassoso, simile a Saturno, che sembra avere molta acqua nell’atmosfera, almeno tre volte più dello stesso Saturno.

La quantità di acqua di molto superiore a quella presente nell’atmosfera di Saturno indica che questo esopianeta deve essersi informato in maniera nettamente diversa. Si crede che si sia formato lontano dalla sua stella in un periodo iniziale della sua vita in cui è stato bombardato di materiale ghiacciato. L’esopianeta ha poi migrato all’interno del suo sistema planetario probabilmente anche cancellando altri oggetti planetari, se non veri e propri pianeti, nel corso del suo cammino.

Si tratta di un unicum per quanto riguarda la formazione di pianeti extrasolari, come sottolineato anche da Hannah Wakeford dello Space Telescope Science Institute di Baltimora, coinvolta nella ricerca: “Gli esopianeti ci stanno dimostrando che la formazione dei pianeti è più complicata e più confusa di quanto pensassimo, ed è fantastico!”
L’acqua è presente nell’atmosfera di WASP-39b sotto forma di vapore e l’atmosfera sembra gonfia, priva di nuvole e relativamente ad alta quota.

Si aspetta il lancio del telescopio spaziale James Webb per ottenere uno spettro ancora più completo e preciso dell’atmosfera di questo particolare pianeta che ruota intorno ad una stella molto simile al Sole una volta ogni quattro giorni essendo posizionato molto vicino ad essa (è più vicino alla sua stella più di 20 volte rispetto a quanto lo è la Terra dal Sole).

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi