Eruzioni sottomarine sono potentissime, energia potrebbe alimentare intero continente

Un'eruzione sottomarina (credito: NOAA Photo Library)

Le eruzioni vulcaniche che avvengono nelle profondità degli oceani sono così potenti che potrebbero alimentare, in termini di energia emessa, un paese grande come gli Stati Uniti secondo uno comunicato apparso sul sito dell’Università di Leeds, i cui ricercatori hanno realizzato uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications.[2]

E così, mentre le eruzioni sulla terraferma sono in un certo senso spettacolari e sono quelle che vediamo più spesso, sono quelle delle profondità degli oceani ad essere le più potenti e quelle che disperdono maggiore energia. Secondo i ricercatori di Leeds esiste un legame tra le modalità con le quali queste eruzioni emettono cenere negli oceani e la creazione di potenti colonne di acqua bollente che risale dal fondale, un fenomeno conosciuto anche come megaplume.

I megaplumi sono fatti di acqua molto calda ricca di sostanze chimiche e si diffondono prima verso l’alto e poi verso l’esterno trasportando cenere vulcanica. A volte possono essere di dimensioni immense e possono trasportare volumi d’acqua paragonabili a quelli di 40 milioni di piscine olimpioniche.
Secondo i ricercatori che hanno realizzato questo studio, questi fenomeni si formano in maniera abbastanza rapida nel corso dell’eruzione della lava. Sono arrivati a questa conclusione sviluppando un modello matematico che mostra che l’energia rilasciata per trasportare la cenere alle distanze osservate nel mondo sottomarino è molto alta.

“La maggior parte dell’attività vulcanica della Terra si verifica sott’acqua, per lo più a profondità di diversi chilometri nell’oceano profondo ma, a differenza dei vulcani terrestri, anche rilevare che si è verificata un’eruzione sul fondo del mare è estremamente impegnativo. Di conseguenza, rimane ancora molto da imparare da parte degli scienziati sul vulcanismo sottomarino e sui suoi effetti sull’ambiente marino”, spiega David Ferguson, ricercatore della School of Earth and Environment dell’università inglese uno degli autori dello studio insieme a Sam Pegler, della School of Mathematics.[1]

Note e approfondimenti

  1. University of Leeds | News > Environment > Energy unleashed by submarine volcanoes could power a continent (IA)
  2. Rapid heat discharge during deep-sea eruptions generates megaplumes and disperses tephra | Nature Communications (IA) (DOI: 10.1038/s41467-021-22439-y)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo