Esame della retina può predire infarto? Scienziati creano nuovo modello predittivo

Credito: James Gallagher, flickr, Creative Commons — Attribution-ShareAlike 2.0 Generic — CC BY-SA 2.0

Una previsione abbastanza accurata del rischio di malattia coronarica, e del suo eventuale esito fatale, l’infarto del miocardio, può essere predetta da un esame oculistico di routine secondo quanto riferisce un comunicato dell’European Society of Human Genetics.[1]

Cambiamenti nella vascolarizzazione della retina

Ana Villaplana-Velasco, ricercatrice degli Usher and Roslin Institutes dell’Università di Edimburgo spiega che i cambiamenti nella vascolarizzazione della retina possono offrire diverse informazioni sulla salute di un essere umano. Lei e i suoi colleghi hanno quindi deciso di far ricorso all’imaging retinico, una tecnica considerata come non invasiva, proprio per questo scopo. In particolare i ricercatori hanno analizzato i complessi modelli di ramificazione del sistema vascolare della retina analizzando i dati inclusi in una biobanca britannica. Alla fine i ricercatori hanno scoperto che una particolare misura della retina, denominata dimensione frattale, insieme a vari schemi di ramificazione dei vasi sanguigni, può essere correlata al rischio di malattia coronarica e quindi all’infarto del miocardio.[1]

Creato un nuovo modello

In base a questi risultati gli stessi ricercatori hanno creato un modello con il quale si può prevedere la previsione del rischio dell’infarto miocardico analizzando proprio diverse persone che avevano subito questo evento e per le quali erano disponibili i dati delle loro immagini retiniche. Questo modello, cosa che ha sorpreso gli stessi ricercatori, poteva classificare i soggetti umani con il maggior rischio di infarto miocardico meglio rispetto ad altri modelli simili creati in precedenza: “Il miglioramento del nostro modello è stato ancora maggiore quando aggiungevamo un punteggio relativo alla propensione genetica allo sviluppo di infarto miocardico”, spiega la Villaplana-Velasco.[1]

In futuro si potrà prevedere infarto con esame della retina?

I ricercatori scoprivano anche che con il modello che avevano creato si potevano effettuare previsioni dell’infarto miocardico anche più di cinque anni prima dell’evento.
Si tratta di risultati che lasciano pensare che in futuro, con semplici esami della retina, si potrebbero ottenere importanti informazioni per scoprire quali sono le persone più a rischio di infarto.[1]

Note e approfondimenti

  1. New retinal examination can predict a heart a | EurekAlert!
  2. expert reaction to a conference abstract on retinal screening predicting risk of myocardial infarction | Science Media Centre

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Dati articolo