Esiste una tendenza genetica all’obesità secondo ricercatori

Perché alcune persone riescono più facilmente a perdere peso rispetto ad altre? Non sempre la causa è da ricondurre ad aspetti psicologici, anzi, secondo una ricerca prodotta da ricercatori del Broad Institute del Massachusetts Institute of Technology e dell’Università di Harvard, esiste una tendenza genetica all’obesità, cosa che di per sé rende più difficoltoso perdere peso.
Nello studio, pubblicato su Cell, si descrive come i ricercatori abbiano potuto quantificare le differenze esistenti in alcune persone che sono nate con un DNA che le predispone all’obesità.

Per arrivare a questi risultati i ricercatori hanno esaminato i dati di quasi 120.000 persone, dati presenti in un database ad accesso aperto. La predisposizione all’obesità è basata sulle varianti genetiche ereditate dai propri genitori, secondo Sekar Kathiresan, uno dei ricercatori pregnanti nello studio.
Gli stessi ricercatori specificano, però, che ciò non significa che questa predisposizione faccia necessariamente sí che un soggetto debba essere caratterizzato da un certo peso. Significa solo che esistono alcune persone che debbono lavorare un po’ di più rispetto alle altre per ottenere un peso forma.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che le differenze ereditarie nell’aumento di peso cominciavano a manifestarsi all’età di 3-4 anni. Ciò significa che questo periodo della vita, sostanzialmente l’infanzia , risulta fondamentale per ridurre il rischio di obesità. Anche bambini piccoli, dunque, dovrebbero fare esercizio fisico e sostenere una corretta alimentazione.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook