Esplosione di nuove specie di serpenti avvenne dopo estinzione dei dinosauri 66 milioni di anni fa

Credito: Cat001, Pixabay, 6658527

L’enorme diversificazione dei serpenti che vediamo oggi sarebbe cominciata dopo l’estinzione dei dinosauri, avvenuta all’incirca 66 milioni di anni fa molto probabilmente per l’impatto di un grosso asteroide fuori alle coste dell’attuale Messico.
Lo rileva un nuovo studio pubblicato sulla rivista PLoS Biology secondo il quale i serpenti furono protagonisti di un vero e proprio “botto” evolutivo sfruttando le parallele diversificazioni che si svilupparono per molte di quelle che poi diventarono le loro prede preferite, dagli uccelli ai pesci per finire con i piccoli mammiferi e gli insetti.

Estinzione di 66 milioni di anni fa aprì tantissime nicchie ecologiche

Sappiamo che i mammiferi si diversificarono tantissimo dopo la scomparsa dei dinosauri all’incirca 66 milioni di anni fa ma poco si sa di un lignaggio particolare, quello dei serpenti, che oggi mostra un livello di diversificazione imponente.
Secondo Michael Grundler, dell’Università della California a Los Angeles, e Daniel Rabosky, dell’Università del Michigan, i due autori principali dello studio, a seguito dell’estinzione avvenuta 66 milioni di anni fa, che fece scomparire 75% delle specie e tutti i dinosauri non aviari, cominciò una nuova era, quella cenozoica, che permise a diverse altre specie di occupare tantissime nicchie svuotatesi proprio a seguito delle estinzioni. E tra le specie che sfruttarono meglio queste nicchie sembrano esserci proprio i serpenti.

Diete di serpenti cambiarono dopo evento estintivo

I ricercatori hanno analizzato 882 specie di serpenti ancora oggi esistenti. Hanno quindi fatto ricorso a modelli matematici molto sofisticati per ricostruire le diete dei loro lontanissimi antenati durante il periodo dell’estinzione di 66 milioni di anni fa.
Hanno scoperto una cosa molto interessante: l’antenato più recente degli odierni serpenti era insettivoro prima dell’evento dell’estinzione ma dopo di esso le diete degli stessi serpenti cambiarono velocemente. Molte specie cominciarono a cibarsi anche di piccoli uccelli, pesci e piccoli mammiferi, vertebrati che stavano cominciando ad affollare il pianeta dopo che i loro principali predatori, i dinosauri, erano spariti.

Altri “scoppi” evolutivi dei serpenti

Inoltre i ricercatori hanno scoperto che ci sono stati altri “scoppi” evolutivi, a livello di diversificazione, da parte dei serpenti e che questi balzi sembrano essere avvenuti dopo estinzioni di massa oppure quando sono nate nuove opportunità biogeografiche che hanno stimolato lo stesso cambiamento evolutivo.
Come spiega lo stesso Grundler, la grossa diversità ecologica dei serpenti che vediamo oggi è nata da esplosioni evolutive a loro volta causate da improvvise e nuove opportunità ecologiche che venivano offerte loro quando arrivavano in nuovi posti.

Note e approfondimenti

  1. Rapid increase in snake dietary diversity and complexity following the end-Cretaceous mass extinction (IA) (DOI: 10.1371/journal.pbio.3001414)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo