Farmaci antiepilettici e allattamento al seno, scienziati producono nuovo studio

Secondo uno studio apparso su JAMA Neurology, e secondo il comunicato stampa che lo presenta, le madri che assumono farmaci anticonvulsivanti per l’epilessia possono sostenere l’allattamento al seno per i bambini.

Questo studio arriva in un momento storico in cui non vi è in effetti un consenso unico, all’interno della stessa comunità medica, per quanto riguarda la positività dell’allattamento al seno durante l’assunzione di farmaci antiepilettici da parte della madre.

Come specifica lo stesso comunicato stampa che presenta questo studio, gli studi precedenti avevano però misurato solo le concentrazioni di farmaci antiepilettici nel latte materno e non quanto di questi farmaci effettivamente veniva metabolizzata dal bambino.

In questa nuova ricerca gli scienziati del College of Pharmacy dell’Università del Minnesota hanno fatto proprio questo: hanno analizzato campioni di sangue di bambini allattati al seno tra le 5 e le 20 settimane dopo la nascita e campioni di sangue anche delle madri.

Angela Birnbaum, una delle autrici dello studio, così spiega i risultati: “Abbiamo misurato le concentrazioni di farmaci direttamente nei neonati che riflettevano l’esposizione complessiva dei farmaci al bambino attraverso il latte materno. Il nostro studio sostiene l’allattamento al seno per le madri con epilessia che stanno assumendo farmaci anticonvulsivanti. Ciò significa che i fornitori di cure primarie possono avere conversazioni più informate con le madri recenti e in attesa delle possibilità di allattare al seno il loro bambino.”

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook