Farmaci nel bulbo oculare, scienziati creano nuovo microago biodegradabile

Credito: Natykach Nataliia, Shutterstock, ID: 787943668

Un nuovo microago biodegradabile utile per iniettare i farmaci negli occhi è stato creato da un team di ricercatori come rileva un comunicato del Terasaki Institute for Biomedical Innovation (TIBI).[1] Il nuovo dispositivo viene descritto in uno studio apparso su Advanced Healthcare Materials.[2]

Forme di retinopatie che vengono trattate con iniezione

Come spiega il comunicato dell’istituto americano, esistono diverse forme di retinopatie che vengono trattate tramite l’iniezione di farmaci direttamente nel bulbo oculare (iniezione intravitreale). In questo modo si può raggiungere la zona danneggiata più efficacemente. In alcuni casi ci vogliono più iniezioni e ciò può rappresentare un problema per il paziente anche per i rischi di infezioni batteriche.

Aghi per la somministrazione di farmaci nell’occhio

Diverse tipologie di aghi per la somministrazione di farmaci nell’occhio sono state create ma, come spiega il comunicato, esistono diverse difficoltà meccaniche, tra cui quelle della navigazione del fluido attraverso lo stesso bulbo oculare. Inoltre esistono degli approcci che fanno uso di tappi polimerici onde chiudere i fori che vengono lasciati dagli aghi ipodermici.

Nuovo microago autobloccante

Il nuovo microago autobloccante per l’iniezione negli occhi creato dal team del Terasaki può essere di varie lunghezze, cosa che permette una somministrazione più attenta del farmaco nel sito della lesione. Inoltre l’ago è molto sottile e quindi le dimensioni dell’incisione nel bulbo vengono ridotti al minimo. Infine l’ago è caratterizzato da un’estremità smussata fissata con un tampone fatto di idrogel che si gonfia dopo l’iniezione e sigilla il foro.

Esperimenti

I ricercatori hanno realizzato prima esperimenti in vitro e ex vivo (su bulbi oculari di suino) ottenendo buoni responsi. Hanno quindi eseguito test finali in vivo sui suini non notando perdite di liquido dal bulbo oculare o deformazioni dell’ago.[1]

Note e approfondimenti

  1. Terasaki Institute – Self-plugging Microneedles Offer Potential to Improve Delivery of Drugs into the Eyeball
  2. Self‐Plugging Microneedle (SPM) for Intravitreal Drug Delivery – Lee – – Advanced Healthcare Materials – Wiley Online Library (DOI: 10.1002/adhm.202102599)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Data articolo