Febbre dengue nelle Filippine, è emergenza nazionale

La febbre dengue è stata dichiarata emergenza nazionale nelle Filippine. Il Dipartimento della Salute dello stato del sud-est asiatico ha rilasciato infatti una dichiarazione secondo cui la malattia nel paese è oramai diventato un'”epidemia nazionale”.

Il ministro della salute Francisco Duque III permetterà inoltre ai governi locali di poter attingere ad un fondo nazionale per le prime rapide risposte al contrasto della diffusione di questa infezione virale che viene trasmessa delle zanzare e che si rivela dunque molto più pericolosa in quei paesi più umidi come quelli tropicali e del sud-est asiatico.
Attualmente gli esperti filippini stanno conducendo un sondaggio per trovare i principali siti di riproduzione delle zanzare, eventualmente onde distruggerli o mettere comunque in atto azioni di forte contrasto.

Quest’anno c’è stata un’impennata dei casi di febbre dengue in tutti i paesi del sud-est asiatico, secondo l’OMS.
Nelle sulle Filippine sono stati registrati oltre 146.000 casi da gennaio a fine luglio di quest’anno, il 98% in più rispetto al solo 2018.
Per ora fortunatamente i casi di morte sono limitati (ne sono stati registrati 622) ma le difficoltà che crea questa malattia e i sintomi, caratterizzati da vomito, nausea e problemi respiratori o emorragie, restano comunque un problema di primaria importanza.

Anche altri paesi del sud-est asiatico, come la Malesia, il Vietnam e il Bangladesh, stanno affrontando quelli che possono essere considerati come peggiori focolai di febbre dengue apparso in queste aree da sempre.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook