Fitness tracker e contapassi invogliano persone a rimanere attive

I fitness tracker si rivelano molto utili per invogliare le persone a rimanere attive secondo un nuovo studio prodotto da ricercatori dell’Università dell’Alberta. Come spiega chiaramente Kerry Mummery, ricercatrice in attività fisica e promozione della salute e una delle autrici dello studio, questa ricerca mostra “che le persone che usano i pedometri – o uno qualsiasi dei monitor di attività disponibili per i nostri polsi o i nostri telefoni – hanno aumentato la consapevolezza della loro mancanza di attività”.

I ricercatori hanno seguito 22 persone adulte normalmente attive che hanno partecipato ad un esperimento durato 12 settimane. I partecipanti si mostravano più consapevoli del tempo trascorso senza fare attività fisica e maggiormente attenti al pericolo di sopravvalutare i propri livelli di attività fisica.

“I livelli di attività fisica professionale delle generazioni precedenti sono stati utili in alcuni modi ma onerosi in altri, così gran parte del nostro lavoro è stato sistematicamente progettato per ridurre il lavoro fisico. Ora ci sediamo e facciamo molto poco, al punto che dobbiamo sostituire l’attività professionale con attività fisica ed esercizio incidentale”, spiega la ricercatrice.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook