Ford crea robot bipede per consegnare pacchi fino alla porta di casa

Il colosso automobilistico statunitense Ford ha collaborato con l’azienda Agility Robotics per la creazione di un nuovo robot bipede che, secondo i piani degli stessi costruttori, potrebbe essere utilizzato soprattutto per le consegne.
Nella visione del colosso americano, infatti, le consegne del futuro saranno effettuate innanzitutto da veicoli senza conducenti e, una volta che quest’ultima avrà parcheggiato nei pressi dell’abitazione del cliente, entrerà in azione il robot bipede che, proprio come un essere umano, trasporterà il pacco fino all’uscio di casa.

Un processo, quello di consegna, che sostanzialmente non richiederà alcun intervento umano.
Alto poco più di un metro e mezzo e con arti agili, questo robot vivere può, a detta degli stessi creatori, camminare anche su terreni abbastanza complessi. Può per esempio salire le scale e può attraversare i pendii o le salite.
Ed è proprio la stabilità del robot è che preoccupa: il settore della robotica ci racconta, infatti, che nonostante gli sforzi di scienziati ed ingegneri, creare robot bipedi che possano camminare stabilmente ha rappresentato sempre una difficoltà enorme, difficile da superare in certi casi.

Bisognerà capire come con un pacco in mano un robot del genere possa consegnarlo in sicurezza arrivando fino alla porta di casa. In ogni caso si tratta di un approccio diverso da quello di Amazon con i sui droni: un’automobile a guida autonoma potrà contare sicuramente su un’autonomia ben maggiore rispetto a quella di un drone e non dovrà essere ricaricata molto spesso.

Inoltre un’automobile con i sui computer di bordo e i vari dispositivi satellitari potrà portare facilmente il robot fino alla porta di casa del cliente, diversamente dal drone che potrebbe incontrare difficoltà nei pressi di quelle strutture abitative dove non c’è spazio sufficiente per un atterraggio in sicurezza.
Anche i droni, comunque, sembrano avere i loro vantaggi indubbi. Solo il tempo ci dirà quali di queste tecnologie andrà per la maggiore nel sempre più affollato settore delle consegne.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook