Fossile di nuovo dinosauro predatore scoperto in Thailandia

Alcune delle ossa di Siamraptor suwati ritrovate da ricercatori (credito: Chokchaloemwong et al., PLOS ONE, DOI: 10.1371/journal.pone.0222489)

È stata denominata Siamraptor suwati la nuova specie di dinosauro presentata in uno studio apparso ieri su PLOS ONE.
I ricercatori dell’Università di Nakhon Ratchasima Rajabhat, Thailandia, hanno analizzato i resti fossili di un dinosauro ritrovato nella formazione geologica Khok Kruat a Khorat, in Thailandia, e hanno scoperto che si trattava di resti di un dinosauro appartenente al gruppo dei carcarodontosauri (Carcharodontosaurus).

I carcarodontosauri erano predatori di successo vissuti soprattutto nel periodo giurassico e in quello cretaceo in più continenti. Una mancanza riguardo ai dinosauri di questo gruppo era però relativa a reperti fossili del primo cretaceo provenienti dall’Asia.
La scoperta è stata effettuata dal ricercatore Duangsuda Chokchaloemwong e dai suoi colleghi. I ricercatori hanno analizzato vari resti fossilizzati del cranio, della spina dorsale, degli arti e dei fianchi appartenuti ad almeno quattro esemplari di una specie sconosciuta.

A quest’ultima i ricercatori hanno poi affibbiato il nome di Siamraptor suwati: il primo termine ricorda “Siam”, altro nome con cui è nota la Thailandia.
I ricercatori hanno scoperto che questo dinosauro può essere considerato come un membro basale del gruppo dei carcarodontosauri nel senso che si è diviso evoluzionisticamente dal gruppo in maniera precoce rispetto alle altre specie appartenenti allo stesso gruppo.

Questa nuova scoperta conferma inoltre che i carcarodontosauri erano diffusi in almeno tre continenti (Europa, Africa e Asia) già dalle prime fasi del cretaceo.
Il Siamraptor suwati è il teropode carcarodontosauriano meglio conservato proveniente dalle aree del sud-est asiatico.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook