Fotografati due enormi pianeti che girano intorno alla stella simile al Sole

Il sistema planetario con i due giganti gassosi che ruotano intorno ad una stella simile al Sole è distante circa 310 anni luce (credito: ESO/Bohn et al.)

È definita come la prima immagine di un sistema multiplanetario che ruota intorno ad una stella simile al Sole quella realizzata con i dati dell’Osservatorio Europeo Meridionale (VLT) dell’ESO e descritta in un comunicato stampa relativo ad un nuovo studio apparso su Astrophysical Journal Letters.
Nell’immagine si possono vedere due esopianeti oltre alla stella TYC 8998-760-1 (quest’ultima è presente nell’angolo in alto a sinistra), una giovane stella, con un’età di soli 17 milioni di anni, che è distante da noi circa 310 anni luce.

Si tratta in ogni caso di due pianeti giganteschi di tipo gassoso: il pianeta interno ha una massa di 14 volte quella di Giove mentre quello più esterno ha una massa di almeno sei volte.
I due pianeti sono inoltre collocati molto più lontano dalla loro stella rispetto a Giove e Saturno, i due giganti gassosi presenti nel nostro sistema solare, cosa che ha facilitato ancora di più l’imaging diretto.
TYC 8998-760-1b, quello più vicino alla stella, è distante 24 miliardi di km mentre TYC 8998-760-1c, quello più lontano, è distante 50 miliardi di km, 11 volte la distanza che separa Nettuno dal Sole.

L’immagine è stata costruita grazie ai dati e alle immagini raccolte in momenti diversi dallo strumento SPHERE montato sul VLT, collocato nel deserto di Atacama in Cile.
Si tratta di un dispositivo che blocca la luce della stella tramite un ulteriore dispositivo interno denominato coronografo. Oscurando la maggior parte della luce della stella è dunque possibile vedere i pianeti intorno, almeno quelli più grandi e non troppo vicini alla stella.

Fotografare direttamente pianeti è molto difficile proprio perché la luce della stella non rende possibile l’individuazione, come lascia intendere Matthew Kenworthy, professore dell’Università di Leida ed uno degli autori dello studio.
E fotografare due o più esopianeti che ruotano intorno alla stessa stella risulta ancora più difficile e raro tanto che era riuscito agli astronomi solo due volte prima di questa. Entrambe queste volte si trattava però di pianeti molto diversi dal nostro Sole: in questo caso l’immagine è relativa due pianeti che ruotano intorno ad una stella molto simile al Sole.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook