Frequenza scolastica di bambini inficiata da violenza sulle madri

La regolare frequenza scolastica da parte dei bambini e dei ragazzi può essere pesantemente e negativamente influenzata dalle violenze perpetrate nei confronti delle madri degli stessi.
Questo è il risultato a cui è giunto una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Maternal and Child Health Journal.

La ricerca, guidata da Anna M. Scolese, studentessa della George Mason University, è giunta alla conclusione che il 23,3% delle donne che avevano subito violenza da parte dei partner riferiva che la frequenza scolastica dei loro figli era stata bruscamente o pesantemente interrotta proprio per le violenze subite.

I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a 659 donne di Città del Messico che avevano subito in tempi recenti violenze domestiche e che avevano un figlio con un’età inferiore ai 18 anni.
I ragazzi maggiormente a rischio per quanto riguarda la frequentazione scolastica erano figli di quelle madri che avevano subito violenze fisiche elevate rispetto ai ragazzi figli di madri che avevano subito violenze fisiche di basso livello.

“I nostri risultati mostrano che i bambini di donne che soffrono di violenza e lesioni fisiche elevate – con o senza violenza sessuale – sono maggiormente a rischio di interruzione della scuola. In breve, se una madre subisce violenze fisiche elevate e ferite dovute a violenze intime da parte di un partner, è più probabile che ciò influenzi la frequenza scolastica di un bambino”, riferisce la Scolese.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook