Fungo che si sposta per chilometri nell’aria sta infettando migliaia di persone in California

C’è una malattia fungina sta cominciando a destare non poche preoccupazioni e che si sta diffondendo soprattutto nel sudovest degli Stati Uniti, in particolare in California. Proprio per questo è stata denominata febbre della Valle di San Joaquin (una valle tra San Francisco e Sacramento), o più semplicemente febbre della valle o febbre californiana, ma scientificamente è conosciuta come coccidiomicosi.

Si tratta di un’infezione che si contrae respirando le spore di due specie di funghi, Coccidioides immitis e Coccidioides posadasii.
Dato che questi funghi vivono nel terreno, sono in particolare i lavoratori agricoli che vivono oppure che si trovano per lavoro in questa zona della California a mostrare in misura maggiore i sintomi di questa malattia, ossia tosse, stanchezza e febbre alta, sintomi che portano molti di loro ad essere ricoverati in ospedale.

Le spore si trovano nel terreno ma vantano una particolarità grazie alla quale si possono spostare anche sulle lunghe distanze. Possono essere trasportate dal vento per viaggiare anche decine e decine di chilometri galleggiando nell’aria.
Una volta questa malattia era abbastanza rara ma ora è in forte aumento perché sfrutta la mancanza di precipitazioni e in generale il caldo e l’aridità, situazioni sempre più frequenti in California.

Nel solo 2017, sono stati riportati per esempio 4364 casi di febbre della valle solo negli Stati Uniti e la maggior parte di essi in California.
I casi, comunque, possono essere sottostimati perché ci troviamo di fronte ad una malattia che ha vari sintomi molto somiglianti a quelli di disturbi comuni come l’influenza o la polmonite. Inoltre non tutti quelli che contraggono questi funghi, respirando nelle spore, si ammalano nonostante un esame del sangue o anche un testo cutaneo possa più o meno facilmente confermare la diagnosi da febbre da valle.

Solo nell’1% dei casi, quelli più gravi, l’infezione si può spostare dai polmoni verso altre zone del corpo come il cervello, le articolazioni, la colonna vertebrale o la pelle.
Diventa mortale in pochi casi quando si sviluppa in meningite e secondo i dati dei CDC statunitensi in media muoiono ogni anno circa 200 persone per questa patologia o per complicanze che essa può portare.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook