Getti relativistici, astronomi scoprono che possono cambiare forma

Studiando vari nuclei galattici attivi nelle vicinanze della via Lattea, un gruppo di ricercatori ha fatto un’interessante scoperta riguardante i getti relativistici, getti di materia che schizza via dalla regione esterna dei quasar e dei buchi neri supermassicci ad altissima velocità.

Questi getti possono avere una forma cilindrica, conica o parabolica, naturalmente se osservati su grandissima scala.
Gli astronomi, guidati da Yuri Kovalev dell’Istituto di fisica Lebedev a Mosca, si sono però accorti che questi getti possono passare da una forma geometrica all’altra.
Utilizzando i dati relativi a precedenti campagne di osservazione, i ricercatori hanno notato una transizione di forma in 10 dei 367 getti analizzati.

Questi getti mostravano una transizione da una forma parabolica ad una conica, cosa che non era mai stata rilevata prima per quanto riguarda i getti relativistici.
Secondo i ricercatori questa potrebbe essere una caratteristica comune dei getti relativistici, caratteristica che però non è mai stata osservata in precedenza perché la risoluzione delle osservazioni effettuate era non sufficiente.

Proprio per questo motivo i ricercatori propongono nuove tecniche di imaging interferometriche ad altissima frequenza per altre osservazioni di nuclei galattici attivi, nuclei che si trovano al centro delle galassie e che sono rappresentati dai quasar.
La ricerca è stata pubblicata su arXiv ed è stata ripresa da phys.org.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook