Ghiacciaio delle dimensioni della Florida si sta sciogliendo più rapidamente del previsto

Un ghiacciaio delle dimensioni della Florida presente nell’antartico sta accelerando inaspettatamente il suo livello di scioglimento secondo un nuovo rapporto apparso su Proceedings of the National Academy of Sciences.

Ghiacciaio Thwaites è quello che preoccupa di più

Lo studio ha constatato che questo ghiacciaio enorme si sta sciogliendo più rapidamente del previsto e che una volta scioltosi potrebbe innescare un aumento del livello del mare globale di 50 cm.

Nello stesso studio si citano anche altri diversi ghiacciai antartici che avrebbero raddoppiato la velocità di scioglimento negli ultimi sei anni.
È tuttavia il ghiacciaio Thwaites, uno dei più instabili della regione, a preoccupare di più: con i suoi 180.000 km quadrati potrebbe innescare un aumento dei livelli del mare che provocherebbe notevoli problemi a tutte le città costiere del mondo.

Accelerazione del livello di scioglimento

I ricercatori del Georgia Institute of Technology, del A Jet Propulsion Laboratory e dell’Università di Washington hanno effettuato varie simulazioni considerando vari fattori che portano all’instabilità di questo ghiacciaio scoprendo che è probabile che questo ghiacciaio possa vedere un’accelerazione consistente del suo livello di scioglimento, accelerazione non prevista da ricerche precedenti.

Ghiaccio si scioglierà in soli 150 anni

Dopo aver raggiunto il “punto di non ritorno”, nel giro di soli 150 anni il ghiacciaio Thwaites potrebbe sciogliersi del tutto facendo salire livello del mare di circa mezzo metro, come rileva Helene Seroussi, scienziata del JPL e una delle autrici dello studio.
Si tratta di un aumento consistente considerando che ad oggi il livello del mare è aumentato di 20 cm rispetto ai livelli pre riscaldamento globale.

E l’allarme risulta ancora più grave considerando che, anche se nel futuro si trovasse un metodo per fermare il riscaldamento globale, lo scioglimento di questa piattaforma continuerebbe imperterrito e non sarebbe più arrestabile una volta superato il punto di non ritorno.

Punto di non ritorno

Ma quando potrebbe essere superato il “punto di non ritorno”? Si parla in ogni caso di secoli anche se proiezioni più precise non possono essere effettuate a causa delle imprevedibili fluttuazioni climatiche ma anche del numero dei dati ritenuto non sufficiente.

Secondo gli scienziati questo superamento potrebbe accadere tra 200 o 600 anni nel futuro e la fluttuazione dipende anche dalla topografia del substrato roccioso sotto la piattaforma di ghiaccio, topografia che al momento non è conosciuta in dettaglio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook