Glaucoma, scienziati scoprono che vitamina B3 ha effetti positivi

La vitamina B3 potrebbe essere più importante di quanto mai dedotto in precedenza in relazione alla possibilità di contrasto al glaucoma secondo una sperimentazione clinica svolta da un team di ricercatori del Centre for Eye Research Australia.
Secondo i ricercatori la vitamina B3, infatti, potrebbe essere di utilità per proteggere quelle cellule nervose che vengono danneggiate e che poi portano, nei casi più gravi di glaucoma, alla cecità. Proprio il glaucoma è considerato la principale causa di cecità irreversibile di tutto il mondo.

Secondo quanto spiegano i ricercatori coinvolti nello studio, gli esperimenti hanno dimostrato “miglioramenti significativi” per quanto riguarda la funzione visiva delle persone che avevano contratto il glaucoma.
Nel corso delle sperimentazioni i ricercatori somministravano ai pazienti affetti da glaucoma 3 grammi di nicotinamide (una delle forme di vitamina B3) ogni giorno per 12 settimane. Parallelamente gli stessi pazienti continuavano a ricevere il loro trattamento regolare contro il glaucoma onde ridurre la pressione oculare.

Gli stessi ricercatori sono ora convinti che ci assoluto bisogno di studi più ampi e di maggiore portata anche a livello geografico per capire se questo miglioramento possa essere portato avanti a lungo termine onde rallentare lo stesso avanzamento del glaucoma, come lascia intendere Flora Hui, una delle ricercatrici impegnate nello studio.
“Come terapia sicura che è ben tollerata dai pazienti, la vitamina B3 ha il potenziale come supplemento clinico per supportare i pazienti che stanno ricevendo un trattamento per il glaucoma”, spiega la stessa Hui.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook