Gli strani salti della larva di coleottero che torce il corpo in un modo che non era mai stato visto prima

Una tipologia di salto che non era stata mai notata prima nel comportamento delle larve di qualsiasi tipo di insetto viene descritta in un nuovo studio prodotto da ricercatori dell’Università Statale della Carolina del Nord.
I ricercatori hanno analizzato il comportamento delle larve del Laemophloeus biguttatus, una specie di coleottero della corteccia appartenente alla famiglia Laemophloeidae.

Laemophloeus biguttatus

Il Laemophloeus biguttatus si trova soprattutto nell’America centrale e nel Nordamerica. I ricercatori hanno scoperto che le larve di questo coleottero sono in grado di effettuare dei salti, anche notevoli, arricciandosi ad anello proprio mentre saltano in avanti. Si tratta di un salto che si basa su un meccanismo in parte unico, mai notato negli insetti.
Come spiega Matt Bertone, autore corrispondente dello studio nonché direttore della Plant Disease and Insect Clinic della suddetta università americana, nelle larve dei coleotteri è estremamente raro vedere dei salti e un meccanismo del genere non era mai stato notato prima in nessun’altra larva di insetto.

Latch-mediated spring actuation

Intendiamoci: ci sono molti insetti che riescono a fare dei salti, a volte anche prodigiosi, ma per le larve il discorso è un po’ diverso. Gli insetti che eseguono salti spesso si basano su un meccanismo denominato “Latch-mediated spring actuation” (LaMSA). Il meccanismo vede due particolari sezioni del corpo, attaccate, che acquisiscono un enorme quantità di energia mentre il corpo dell’insetto esercita verso di loro una particolare forza. Quando lo stesso insetto sbocca queste due parti, tutta l’energia viene rilasciata e ciò permette a diverse specie di insetti di eseguire balzi notevoli.

Salto unico

Tuttavia la larva del L. biguttatus, pur eseguendo questo meccanismo, sembra attuarlo in maniera unica. Come spiega Bertone, la larva esegue salti senza che le due particolari sezioni del corpo siano unite: “Invece, usa artigli sulle gambe per afferrare il terreno mentre accumula quell’energia potenziale – e una volta che quegli artigli rilasciano la presa sul terreno, quell’energia potenziale viene convertita in energia cinetica, lanciandola verso il cielo”.

Scoperta è avvenuta per caso

La scoperta è avvenuta per caso: dopo aver raccolto vari esemplari da un albero in decomposizione il ricercatore ha notato che alcune delle larve facevano degli strani salti. Dopo aver consultato alcuni esperti di coleotteri, si è accorto che si trattava di un comportamento che non era mai stato notato prima. A quel punto ha deciso di eseguire analisi approfondite in laboratorio e ha anche filmato i salti di queste larve con speciali telecamere per registrare 60.000 fotogrammi al secondo. In questo modo è giunto alla conclusione che effettivamente usano il meccanismo LaMSA in modo unico aggrappandosi al terreno prima del salto. Ora sarebbe interessante capire come questo comportamento si è evoluto e se si trova in altre specie di coleotteri.

Video

Note

  1. A novel power-amplified jumping behavior in larval beetles (Coleoptera: Laemophloeidae) (DOI: 10.1371/journal.pone.0256509)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Dati articolo