Grande lago greco si sta essiccando del tutto, migliaia i pesci morti

Area una volta ricoperta dalle acque del lago Koroneia (credito: Odysseas031, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons)

Sono decine di migliaia i pesci morti trovati perlopiù sulle rive del lago Koroneia, uno dei laghi più grandi della Grecia (anche se le sue dimensioni sono diminuite di due terzi negli ultimi tre decenni), situato una riserva naturale situata nella regione del trentennale del paese.

Le morti, secondo gli esperti, sarebbero da addebitare al forte caldo di questi giorni e alle condizioni di siccità che stanno imperversando nell’area.
I funzionari statali hanno inoltre fatto notare che negli ultimi tre anni il livello dell’acqua del Koroneia è sceso di oltre il 70% assestandosi sugli attuali 80 cm, un limite che probabilmente si abbasserà ancora.

Inoltre Dimitra Bobori, scienziato e professore di biologia all’università di Salonicco, fa notare che i livelli di ossigeno disciolto nell’acqua sarebbero diminuiti al punto tale da non permettere più ai pesci di sopravvivere. Avrebbero, cioè, superato un “livello critico” e ciò avrebbe causato l’aumentare inusitato dei decessi dei pesci in questi giorni.

Inoltre le alte temperature possono causare nei laghi livelli di tossicità e proprio per questo gli esperti hanno spedito campioni dei pesci morti e dell’acqua ai laboratori della regione per ulteriori verifiche.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook