Gravi ondate di calore in India con temperature di 50 gradi

Una vera e propria ondata di calore sta attraversando l’India con temperature che in alcune aree del paese hanno raggiunto i 50 °C. La capitale, Nuova Delhi, ha già registrato il suo giorno del mese di maggio più caldo degli ultimi 18 anni con una temperatura di 47,6 °C.

L’area più martoriata è proprio quella settentrionale insieme alle regioni a sud-est del Pakistan. È la città di Churu, nel Rajasthan, ad aver registrato la temperatura più alta con 50 °C diventando in questo momento l’area abitata più calda del mondo insieme alla città di Jacobabad, Pakistan, che ha registrato la stessa temperatura.
Varie e gravi ondate di calore sono poi state registrate in molte aree dell’India con temperature che facilmente hanno superato i 45-46 °C.

I meteorologi prevedono che il caldo possa persistere fino alla fine di questa settimana quando un disturbo proveniente dalle aree occidentali potrebbe alleviare la situazione portando un po’ di pioggia.
Al caldo si affianca il problema decennale della grave carenza idrica di cui molte regioni dell’India soffrono con decine di milioni di persone che praticamente non hanno accesso all’acqua corrente.

E questo senza parlare della pandemia di coronavirus che si sta diffondendo sempre di più nel paese e che ha visto il superamento di 150.000 infetti con più di 4500 morti.
E come se non bastasse la settimana scorsa il ciclone Amphan ha provocato più di 100 morti in India orientale e in Bangladesh e sciami enormi di locuste provenienti dalle zone desertificate stanno distruggendo decine di migliaia di ettari di campi coltivati nell’India occidentale e centrale. Si pensa che questi enormi sciami potrebbero presto arrivare nella capitale durante i prossimi giorni.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook