Herpes genitale, vaccino forse più vicino grazie a virus geneticamente modificato

Nel tentativo di contrastare il virus Herpes simplex impedendogli di “rifugiarsi” nel sistema nervoso superando le risposte immunitarie del corpo, due ricercatori dell’Università di Cincinnati, Patricia Sollars e Gary Pickard, collaborando con colleghi dell’Università di Cincinnati e della Northwestern University, hanno sviluppato una forma modificata geneticamente dello stesso virus che potrebbe essere usata per creare uno nuovo vaccino. Il procedimento e i risultati raggiunti da ricercatori vengono descritti in un nuovo studio apparso su Nature Vaccines.

I ricercatori hanno testato questo virus vivo modificato (denominato R2) nel corpo di vari porcellini d’India scoprendo che la vaccinazione aumentava in maniera significativa la creazione di anticorpi contro il virus. Gli animali mostravano quantità minori di lesioni ai genitali, una più bassa replicazione virale e in generale una diffusione minore del virus nel corpo.
Il virus modificato usato da ricercatori è una forma di Herpes simplex di tipo 1, quello che causa l’herpes sul labbro. Se i ricercatori hanno dimostrato una sua protezione incrociata contro l’Herpes simplex di tipo 2 (HSV-2), quello che infetta soprattutto i genitali, probabilmente vuol dire che una forma specifica di questo virus, modificato geneticamente e progettato per il virus di tipo 2, potrebbe essere ancora più efficace contro quest’ultimo che è quello che a livello mondiale preoccupa di più.

Secondo l’OMS, infatti, sarebbero più di 500 milioni le persone con l’HSV-2, una forma di infezione che spesso continua per tutta la vita e i cui sintomi diventano più gravi in risposta allo stress. Al momento non esistono vaccini approvati per questo virus, né per quello di tipo 1, né per quello di tipo 2.
“Il fatto che lo spargimento virale sia stato abbattuto così tanto con il vaccino R2 è davvero importante, perché è lo spargimento virale, anche se non causa lesioni, che può quindi trasmettere il virus”, spiega Pickard. “Se hai l’herpes genitale, puoi trasmetterlo al tuo partner, senza sapere che lo stai facendo. È molto problematico. Quindi il fatto che lo spargimento sia stato abbattuto così tanto è davvero un buon segno.”

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook