Il coleottero con la corazza da record che può sopportare pesi 39.000 volte il suo

Nosoderma diabolicum (credito: Jesse Rorabaugh, CC0 1.0, Wikimedia Commons)

Il Nosoderma diabolicum, soprannominato anche “scarabeo corazzato diabolico” (precedentemente Phloeodes diabolicus), è un coleottero appartenente alla famiglia Zopheridae. Può essere trovato nel Nord America occidentale ma quello che interessa maggiormente di questo insetto risiede nel suo esoscheletro, uno dei più resistenti di tutto il mondo animale.

Vive due anni, altro “quasi” record

Questo coleottero è incapace di volare e vanta una durata media della vita di circa due anni. Si tratta di una durata che riflette proprio la resistenza del suo “guscio” dato che è molto più alta rispetto alla media degli altri coleotteri che è invece misurabile in mesi se non in settimane.

Struttura spessa e complicata

Il coleottero possiede delle elitre molto spesse, stratificate una sopra l’altra come in un incastro. Queste elitre sono poi collegate ad una complessa struttura di supporto che permette a questi insetti di sopportare forze che possono essere 39.000 volte più grandi del suo peso corporeo.

Forza massima di 149 Newton

Gli scienziati hanno stimato che la superficie del corpo di questo animale può sopportare una forza massima di 149 Newton, più o meno la forza esercitata da 15 kg.
Secondo gli scienziati il segreto sta proprio nella complessa stratificazione delle varie appendici corporee, una struttura che fornisce a questo insetto una resistenza meccanica estrema.

Umano dovrebbe sopportare peso di 40 carri armati

Se paragonassimo la forza della resistenza del corpo di questo insetto al contesto degli esseri umani, questi ultimi dovrebbero poter sopportare sul proprio corpo il peso di 40 carri armati corazzati di quasi 70 tonnellate ciascuno. Con una corazza del genere, il Nosoderma diabolicum può praticamente resistere a tutti i predatori in quanto sono pochissimi quelli che riescono a rompere questa sorta di guscio.

Bambino avrebbe difficoltà se volesse schiacciarlo

Anche per un essere umano sarebbe molto difficile infilare uno spillo nel suo corpo senza aver prima praticato un buco con un altro strumento. Numeri del genere suggeriscono anche che se un bambino di cinque anni volesse schiacciarlo salendoci sopra con un piede (e alzando anche l’altro piede da terra in modo da scaricare tutto il suo peso sull’insetto), potrebbe avere difficoltà nel tentativo di procurargli dei danni.

Video

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo