Immagazzinare energia solare in ammoniaca? Secondo scienziato si può

Da anni si prospetta la cosiddetta “economia dell’idrogeno”, definita anche “H2 economy”, un futuro in cui lo sfruttamento dell’idrogeno, in particolare prelevato dall’energia solare, potrà risultare finalmente di fondamentale importanza nel settore energetico. Uno dei punti deboli dello sfruttamento dell’idrogeno quale fonte di energia è il suo immagazzinaggio e il suo trasporto.

Secondo il ricercatore a zero emissioni, secondo Keith Lovegrove dato che c’è una maggiore massa di idrogeno in un litro di ammoniaca liquida rispetto ad un litro di idrogeno liquido, la stessa molecola di ammoniaca potrebbe risultare un metodo migliore di conservazione o trasporto dell’idrogeno.
Secondo il ricercatore, l’ammoniaca risulterebbe dunque un combustibile liquido ideale e pulito.

Dalla stessa ammoniaca può essere in maniera relativamente facile estratto l’idrogeno oppure può essere utilizzata direttamente, ad esempio bruciata nelle più tradizionali turbine a gas. Non sarebbe neanche tanto difficile produrla perché l’ammoniaca è già prodotta in grosse quantità in molti settori, come ad esempio quello di fertilizzanti.

Ci sono impianti che producono ammoniaca in tutto il mondo e grosse navi container spostano questo prodotto. Tutte le infrastrutture per la produzione il trasporto dell’ammoniaca risultano dunque già esistenti e facilmente accessibili.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi