Importante incrocio tra antiche popolazioni umane avvenuto più di 700.000 anni fa

Albero evolutivo che mostra i quattro grandi episodi di incontri tra popolazioni di ominidi analizzati dai ricercatori. Tra di essi c’è quello che sarebbe avvenuto 744.372 anni fa (in arancione), che era precedentemente sconosciuto (credito: Adapted from Alan Rogers, Università dello Utah)

Viene definito come il primo evento di incroci tra antiche popolazioni umane quello individuato da un team di ricerca guidato dall’antropologo Alan Rogers che ha analizzato i filamenti di DNA di varie specie umane antiche raffrontando i genomi degli ominidi per cercare modelli genetici tra mutazioni e geni condivisi.

Il nuovo studio mostra che circa 700.000 anni fa in Eurasia un gruppo di ominidi, che gli stessi ricercatori hanno denominato come “super acaici” si è incrociato con gli antenati dei neanderthaliani e dei Denisovani.
La popolazione di “super arcaici” era in quel periodo relativamente grande con un numero di individui compresa tra 20.000 e 50.000.
“Non abbiamo mai saputo di questo episodio di incroci e non siamo mai stati in grado di stimare le dimensioni della popolazione super-arcaica”, dichiara Rogers. “Stiamo solo facendo luce su un intervallo della storia dell’evoluzione umana che prima era completamente buio.”

Incrocio avvenuto 700.000 anni fa

Lo studio, pubblicato su Science Advances, si è avvalso in particolare delle analisi delle mutazioni condivise tra i moderni africani ed europei e gli antichi Neanderthal e dei Denisovani.
I modelli risultanti indicano cinque episodi di incroci di cui uno non noto che dovrebbe essere proprio quello individuato da Rogers e colleghi e che sarebbe avvenuto oltre 700.000 anni fa.
Questo incontro sarebbe avvenuto tra una popolazione “super arcaica”, così denominata perché molto lontanamente collegata a tutti gli altri ominidi da cui si sarebbe staccata più di 2 milioni di anni fa, e gli antenati dei Neandertal e dei denisovani.

Tre ondate migratorie in Eurasia

Sempre in base a questi risultati, i ricercatori hanno poi proposto l’idea di tre ondate migratorie umane in Eurasia: la prima avvenuta 2 milioni di anni fa quando la popolazione super arcaica emigrò in Eurasia divenendo poi più ampia. La seconda avvenuta 700.000 anni fa, quando gli antenati di Neanderthal e dei denisovani emigrarono in Eurasia incrociandosi con i discendenti dei super arcaici.
L’ultima ondata sarebbe avvenuta quando gli umani moderni si spinsero in Eurasia 50.000 anni fa e qui si incrociarono con altri gruppi di umani, inclusi i Neanderthal.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook