Improbabile ibrido di scimmia scoperto nella foresta del Borneo, scienziati “sbalorditi”

L'ibrido, una femmina, dovrebbe essere la progenie di una femmina di Trachypithecus cristatus (a sinistra, credito: FootageLab, Shutterstock, ID: 1064369471) e un maschio di Nasalis larvatus (a destra, credito: Cristian Zamfir, Shutterstock, ID: 1399455386), due specie molto diverse

Un raro ibrido di scimmia, definito come “misterioso”, viene descritto in un nuovo articolo su Live Science. La scoperta è stata fatta da un team di ricercatori nel Borneo. I ricercatori hanno scoperto un esemplare che probabilmente rappresenta la progenie di un Nasalis larvatus, detto anche nasica o “scimmia proboscide”, e di un Trachypithecus cristatus, detto anche presbite dalla cresta o presbite/languro argentato.

I ricercatori, a causa della pandemia, non hanno potuto verificare di persona ma hanno comunque utilizzato diverse foto che abitanti del luogo hanno realizzato. Si tratterebbe di una femmina matura che forse ha avuto anche un figlio. Nadine Ruppert, un primatologo a dell’Università delle Scienze della Malesia, spiega che lei e colleghi erano sbalorditi e che tutto è stato abbastanza surreale.

Si tratta di due specie non strettamente imparentate e che quindi non dovrebbero neanche produrre prole vitale. Ibridi in natura possono accadere ma di solito avvengono tra specie dello stesso genere. In questo caso si tratta di due esemplari che non fanno parte neanche dello stesso genere.
La scimmia vive nella zona del fiume Kinabatangan, nel Borneo appartenente alla Malesia. In quest’area vivono sia le scimmie proboscide che i languri argentati. Anche esteriormente sono abbastanza differenti con la scimmia proboscide maschio che può raggiungere i 76 cm di lunghezza e che ha un naso molto allungato e con il languro argentato che può invece raggiungere una lunghezza di 56 cm con una corporatura e una faccia molto diversi.

I ricercatori sono giunti alla conclusione che i maschi delle scimmie proboscide, che hanno dimensioni maggiori, possono estromettere i maschi di languro e prendere in controllo di un gruppo. Evidentemente un esemplare maschio di scimmia proboscide e una femmina di languro si sono accoppiati riuscendo a dare vita ad un figlio. Quest’ultimo presenta le caratteristiche di entrambi i genitori, con un naso pronunciato (anche se non allungato come quelli delle scimmie proboscide) che assomiglia a quello dell’ipotetico padre e un viso che assomiglia all’ipotetica madre.
I ricercatori hanno comunque pubblicato uno studio sull’International Journal of Primatology.[1]

Note e approfondimenti

  1. Is Malaysia’s “mystery monkey” a hybrid between Nasalis larvatus and Trachypithecus cristatus? An assessment of photographs | SpringerLink (DOI: 10.1007/s10764-022-00293-z)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo