Impronta fossile di dinosauro corazzato grande quanto un gatto trovata in Cina

L'impronta fossile lasciata da uno stegosauro grande quanto un gatto è stata trovata dai ricercatori ed analizzata (credito: Kaitoge)

Fa parte della famiglia degli stegosauri l’impronta fossile analizzata da un team di ricercatori e ritrovata dalla professoressa Lida Xing dell’Università di Geoscienze della Cina. L’impronta è stata creata più di 110 milioni di anni fa (cretaceo inferiore) da un piccolo dinosauro erbivoro e corazzato grande quanto un gatto, come spiega Anthony Romilio, ricercatore dell’Università del Queensland che ha partecipato agli studi e che rilascia alcune dichiarazioni sul sito della stessa università inglese.[1]

Il piccolo dinosauro infatti, aveva delle placche ossee lungo tutta la schiena, placche che apparivano solo quando diventava adulto. Quella ritrovata dai ricercatori cinesi è l’impronta di stegosauro più piccola mai individuata con una circonferenza massima di 6 cm.
È indubbiamente l’impronta di uno stegosauro: alcune delle caratteristiche intrinseche di questa famiglia di piccoli dinosauri sono presenti, infatti, nel fossile ritrovato da ricercatori: tre impronte corte, larghe e rotonde.

Tuttavia questa specie probabilmente mostrava un tipo di movimento diverso quando si spostava. In generale gli stegosauri, infatti, camminavano con i talloni che toccavano per terra, come fanno gli esseri umani. L’impronta di questo stegosauro, invece, suggerisce che l’esemplare che l’ha impressa si muoveva invece con il tallone che non toccava terra, dato che tracce del tallone stesso nell’impronta non ce ne sono, un movimento tipico degli uccelli o dei gatti odierni. Forse questa è una prova del fatto che questo animale si muoveva su due zampe, come spiega lo stesso Romilio.

Eventuali altre impronte di questa specie che potrebbero essere ritrovate in futuro potrebbero dare una risposta definitiva a questa domanda, ma per il momento ci si deve accontentare di questa singola impronta che fornisce comunque diverse informazioni.
Intanto i ricercatori hanno pubblicato uno studio sulla rivista Palaios, uno studio che è frutto di una collaborazione tra vari ricercatori provenienti, oltre che dalla Cina e dall’Australia, anche dagli Stati Uniti dalla Germania.

Note e approfondimenti

  1. Tiny cat-sized stegosaur leaves its mark – UQ News – The University of Queensland, Australia (IA)
  2. STEGOSAUR TRACK ASSEMBLAGE FROM XINJIANG, CHINA, FEATURING THE SMALLEST KNOWN STEGOSAUR RECORD | PALAIOS | GeoScienceWorld (IA) (DOI: 10.2110/palo.2020.036)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo