Influenza umana sui cambiamenti climatici iniziata prima di quanto si pensasse

Differenze di temperatura (estiva e invernale) negli ultimi secoli (credito: Jianping Duan)

Che sia stata l’influenza umana a contribuire ai cambiamenti climatici oggi in corso è parere di molti scienziati ma la discussione sul periodo durante il quale questa influenza è cominciata è ancora oggetto di dibattito.
Molto spesso si fa riferimento al periodo di forte industrializzazione iniziale della civiltà occidentale, dunque alla fine del 1800, altre volte si fa riferimento all’impennata dell’utilizzo del petrolio, perlopiù causata dall’industria dell’automobile, dei primi decenni del 1900.

In uno studio pubblicato su Nature Sustainability viene dimostrato che l’influenza umana dei cambiamenti climatici può essere fatta risalire alla seconda metà del XIX secolo, considerando i dati storici relativi ai cambi di temperatura estate-inverno.
Jianping Duan, ricercatore dell’Accademia delle Scienze Cinese che ha condotto lo studio insieme a collaboratori britannici e tedeschi, dichiara: “Il nostro studio ha dimostrato che l’influenza antropogenica sui cambiamenti climatici è iniziata molto prima di quanto credessimo in precedenza”.

Secondo i ricercatori, l’ampiezza delle fluttuazioni stagionali della temperatura è diminuita ampiamente e tale tendenza sarebbe iniziata durante gli ultimi anni del XIX secolo. La stagionalità della temperatura, infatti, sembra essere rimasta stabile fino agli anni 1860. Da questo periodo si sono verificate continue tendenze al ribasso e queste ultime sono causate dalle concentrazioni di gas serra e di aerosol antropogenici.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook