Iniziato esperimento con semi che durerà 100 anni

Grafica che riassume l'esperimento (credito: Manuela Nagel/IPK)

Grafica che riassume l’esperimento (credito: Manuela Nagel/IPK)

L’Istituto Leibniz di genetica delle piante e ricerca sulle piante coltivate (IPK) ha appena avviato uno studio che durerà 100 anni. Ed è proprio questo l’aspetto più interessante dell’esperimento che dovrebbe rispondere ad una domanda irrisolta praticamente da secoli: per quanto tempo i semi possono rimanere attivi, ossia portare al germogliamento?

Oltre che rispondere ad una curiosità scientifica, informazioni del genere potrebbe probabilmente essere utilizzate nel settore delle banche genetiche dei semi e in quello della ricerca su piante e semi.
I ricercatori hanno raccolto i semi di 13 importanti colture a livello globale per conservarli nel Global Seed Vault, una banca dei semi che si trova sulla remota isola di Spitsbergen nell’arcipelago delle Svalbard, vicino al Polo Nord. I primi semi saranno messi “in cassaforte” il 27 agosto. Tra di essi ci sono quelli di grano, lattuga, piselli e cavolo.

I semi saranno conservati a -18° centigradi, una temperatura per la quale non c’è bisogno di refrigeratori nell’ambiente gelido delle Svalbard. Altri semi saranno poi conservati in una criobanca dell’IPK dove saranno stoccati in azoto liquido ad una temperatura di -196° centigradi, una condizione che porterà ad un forte rallentamento del naturale processo di invecchiamento dei semi.
L’idea è quella di confrontare poi i due gruppi di semi tra un centinaio di anni per capire se la qualità è rimasta la stessa. Si tratta di un “esperimento unico nel suo genere” che “fornirà alle generazioni future informazioni preziose sulla vitalità dei semi e una conoscenza più precisa della frequenza con cui i semi devono essere rigenerati”, come spiega Åsmund Asdal, uno dei coordinatori del Seed Vault.

Gli scienziati infatti credono che i semi, una volta ben essiccati e congelati, possono rimanere biologicamente attivi per molti anni ma non è stato mai svolto un esperimento simile per comprendere davvero per quanto tempo. Il forte sospetto, però, è che i semi molte specie di piante possono restare attivi per secoli.
Che dire? Vi aggiorneremo sui risultati dell’esperimento fra un centinaio di anni.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook