Interno delle auto più sporco di una toilette, ecco le parti più luride

Credito: CBY335, Pixabay, ID: 1609261

Un interessante studio riguardante la contaminazione batterica che può sussistere nell’interno delle automobili è stato realizzato da un team di ricercatori guidato da Jonathan Cox, un professore di microbiologia della Aston University. I risultati mostrano che gli interni delle auto possono in effetti essere molto sporchi con la presenza di diverse specie di batteri nocivi.

Risultati affascinanti

Secondo lo stesso Cox si tratta di “risultati affascinanti” perché dimostrano che gli interni delle automobili possono essere davvero sporchi, anche quando si fanno pulizie regolari. Secondo il ricercatore le aree più importanti sono quelle del bagagliaio e quella del sedile del conducente. Questo perché spesso si fa la spesa e si mettono alimenti come frutta e verdura, solo per fare qualche esempio, proprio dietro al bagagliaio oppure si mangia al posto di guida e si lasciano cadere le patatine sul sedile.

Individuati, tra gli altri, il Pseudomonas e lo stafilococco aureo

I ricercatori hanno analizzato varie aree dell’interno di un’automobile riscontrando diversi livelli di contaminazione batterica, alcuni dei quali comparabili a quelli dei normali bagni domestici.
Tra i batteri individuati c’è anche il Pseudomonas. Si tratta di un batterio che può contare su diversi ceppi i quali sono anche resistenti agli antibiotici. Hanno anche trovatolo Staphylococcus aureus, un batterio stafilococco associato, tra l’altro, a sintomi quali tosse e starnuti e all’MRSA. Hanno inoltre individuato l’Escherichia coli, un batterio fecale coliforme, il Bacillus subtilis, lo Staphylococcus epidermidis e il Rhodotorula mucilaginosa.

Le parti più sporche di un’automobile

Le aree più sporche di un’automobile, in ogni caso, sono risultate il bagagliaio, con più di 1400 specie di batteri identificati, il sedile del conducente, la leva del cambio, il sedile posteriore, il cruscotto e il volante.
I ricercatori scoprivano inoltre un nesso tra l’età dell’automobile e livelli di batteri che si potevano scoprire al loro interno. Più erano vecchie, più le automobili erano invase da un numero maggiore di batteri.

Le auto possono apparire pulite ma sono in realtà sporche

I risultati raggiunti dello studio suggeriscono, come spiega il ricercatore, che il modello di pulizia che abbiamo delle nostre auto, soprattutto della loro interno, deve essere forse rivisto. Il fatto che possano apparire pulite ad una prima occhiata, evidentemente, non vuol dire che è possibile mangiare tranquillamente al loro interno oppure che si può tranquillamente riprendere una patatina caduta sul sedile e rimetterla in bocca.

Video

Note e approfondimenti

  1. Study reveals the inside of your car is dirtier than the average toilet | Aston University
  2. What Are The Dirtiest Areas Of Our Cars? | Scrap Car Comparison

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo