La durata del sonno può incidere sulla qualità dello sperma

Per la durata del sonno può incidere sulla salute cromosomica degli spermatozoi. È il risultato a cui è arrivata una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Sleep Research. Lo studio si è avvalso dei campioni di sperma forniti da 796 volontari cinesi dal 2013 al 2015. Il gruppo era stato diviso a seconda del numero di ore medie passate a dormire.

Secondo i risultati, i volontari che dormivano più di nove ore al giorno e quelli che dormivano 6,5 ore o meno al giorno avevano il 41% e il 30% di High DNA Stainability (un indice che rappresenta la proporzione dello sperma con cromatina anormale) più basso rispetto ai volontari che dormivano da 7 a 7,5 ore al giorno.

Secondo il dottor Jia Cao, uno degli autori dello studio, “Questa è una nuova informazione dopo la nostra precedente constatazione che la durata del sonno ha un’associazione inversa a forma di U con il volume di sperma e il numero totale di spermatozoi.”

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi