La rapida crescita della ricerca sulle neuroscienze tra il 2006 e il 2015

Credito: Mr3d, Shutterstock, ID: 736940860

Un nuovo studio, pubblicato su Frontiers in Neuroscience, ha analizzato l’impatto della ricerca, per quanto riguarda le pubblicazioni scientifiche, sulle neuroscienze dal 2006 al 2015 e ha dimostrato che il numero di papers dedicati alla disciplina è cresciuto enormemente in questi anni. La Cina è emersa come un importante contributore nel comparto delle neuroscienze, saltando dall’11° posto nel 2006 al secondo posto nel 2015 nell’elenco dei paesi più produttivi.

I ricercatori, capitanati da Andy Wai Kan Yeung dell’Università di Hong Kong, hanno analizzato articoli scientifici o recensioni pubblicate sul Web e quelli pubblicati sotto la categoria “Neuroscienze” del Journal Citation Reports tra il 2006 e il 2015. I ricercatori hanno analizzato inoltre anche le principali parole chiave utilizzate nei testi degli articoli registrando il paese di origine di questi ultimi e gli autori.

Il numero di papers di neuroscienze pubblicati ogni anno è aumentato linearmente nel periodo studiato . Ciò mostra che il campo è attivo e cresce senza sosta. In particolare, sono aumentati i testi che trattano la psicologia e le scienze comportamentali.
Il termine più utilizzato è stato “autismo”, mentre i termini “melatonina”, “microglia” e “nervo neurofibrillare”, che si riferiscono alla malattia di Alzheimer, sono apparsi tra i primi 10 negli ultimi tre anni.

Fonti e approfondimenti


Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Informazioni su Genni Pettorino 4579 Articoli
Ciao, sono l'amministratore del sito. Per contattarmi puoi usare questa pagina: Contatti